rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Ristrutturare

Come costruire una cantina da vino in casa

Il miglior modo per conservare il vino? In cantina. Non c'è? Si può creare in pochi passi. Il primo è ricreare precise condizioni ambientali. Non impossibile

Il miglior modo per conservare il vino? In cantina. Non c'è? Si può creare in pochi passi. Il primo è ricreare precise condizioni ambientali. Non impossibile. 

Ambiente giusto

L’ambiente ideale in cui costruire una cantina è lo scantinato o un seminterrato, l’importante è che non sia circondato da elementi di disturbo. Ad esempio, meglio evitare alimenti che possono diffondere aromi che interferiscono con quelli del vino, oppure elettrodomestici che generano vibrazioni capaci, nei casi estremi, di rompere le bottiglie. Se non si ha uno spazio con queste caratteristiche dobbiamo evitare ambienti come la cucina e il salotto, meglio scegliere un ripostiglio o un garage vuoto. In questo caso dobbiamo ricreare un ambiente con alcune particolarità specifiche come:

Temperatura: quando si ha una collezione di vini è il primo aspetto da curare, per averla sempre sotto controllo è importante inserire un termometro che permette di modificarla in base alle necessità di conservazione dei differenti vini. La temperatura ideale va dai 10 ai 14 gradi, perché se è troppo alta (20°) il vino potrebbe deteriorarsi, se è troppo bassa potrebbe invece gelarsi, la cosa fondamentale è che non ci siano cambiamenti bruschi

Umidità: questo aspetto si collega alla temperatura e potrebbe mettere a rischio la qualità del vino. L’umidità solitamente deve essere intorno all’80% e per controllarla bisogna utilizzare l’igrometro

Areazione: pur essendo un luogo chiuso e con la temperatura costante, la cantina deve anche essere areata per evitare la formazione di muffe e cattivi odori
Illuminazione: le bottiglie non devono essere sottoposte alla luce sia per quanto riguarda quella naturale che quella elettrica. Quindi deve essere essenzialmente buio per garantire al vino di invecchiare, ma questo non esclude che ci siano delle luci a Led per potersi muovere agevolmente

Odori: possono contaminare il vino che ha la capacità di assorbirli, quindi per mantenere intatte le sue caratteristiche meglio evitare di inserire aromi di ogni tipo

Vibrazioni: le bottiglie devono essere messe al riparo da rumori e movimenti per non far perdere la qualità al prodotto, quindi devono essere posizionate su uno scaffale evitando di spostarle continuamente

Arredamento

La cantina deve essere funzionale e bella esteticamente, quindi non possono mancare gli scaffali. La scelta del materiale con cui realizzarli costituisce un aspetto molto importante, ma spesso sottovalutato. Il migliore è il legno perché mantiene stabile il livello di umidità, mentre non si devono utilizzare quelli di metallo perché trasmettono velocemente il calore.

Posizione delle bottiglie 

Quando si ha una cantina bisogna pensare alla praticità e all’organizzazione, dunque una volta costruiti gli scaffali, si devono inserire anche dei divisori tra una bottiglia e l’altra per evitare che si muovano e assicurargli così stabilità. Queste vanno posizionate orizzontalmente con l’etichetta ben visibile per renderla leggibile. La sistemazione delle bottiglie deve seguire uno schema preciso, nella parte bassa vanno sistemate quelle di spumante e i vini bianchi che hanno bisogno di una temperatura più bassa. Le bottiglie di vino rosso invece vanno nella parte più alta in cui la temperatura è più calda. Quelle che devono stare ferme ad invecchiare, poi, devono essere posizionate sempre orizzontalmente, ma con il collo leggermente rialzato. I vini liquorosi, infine, vanno posizionati verticalmente perché sono quelli che si consumano prima.

Prodotti online

Termometro da interno

Igrometro

Cantinetta portabottiglie in legno

Cantinetta per vino in legno di Noce 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come costruire una cantina da vino in casa

AnconaToday è in caricamento