Stupisci con il giardino: come, quando e cosa seminare per un prato perfetto

L'importanza della semina per ottenere un giardino fresco e rigoglioso

Non manca molto per le prime merende in giardino. Le temperature fanno già pensare alla primavera e ai pomeriggi in compagnia sul prato inglese di casa.  Molti decidono di acquistare un appartamento indipendente per avere un giardino personale e godere della natura direttamente in città. Il prato è la parte più importante e per avere un giardino bello e rigoglioso, deve essere curato e tenuto in ordine. Anche se richiede una manutenzione costante ricorrendo a tosaerba e innaffiatoi, l’esterno verde di sicuro regala un aspetto del tutto diverso alla casa. Molti pensano che per avere un prato bello e rigoglioso c’è bisogno di un esperto. In realtà se amate la natura e avete il pollice verde potete occuparvi personalmente della semina.Non dovete fare altro che seguire la stagionalità e i nostri consigli e in poco tempo avrete un giardino pronto per essere sfruttato in estate.

Come e quando seminare il prato

La prima cosa da sapere quando si decide di seminare il prato con il fai da te, è l’importanza della stagionalità. I periodi migliori sono l’autunno e la primavera perchè il clima non deve essere troppo rigido. La temperatura ideale è sopra i 10° C perchè permette ai semi di germinare. Stabilito il periodo dell’anno ideale, bisogna valutare anche il terreno. Quello perfetto è regolare e piano.Se questo non è il vostro caso, allora dovete adoperavi per renderlo tale. Dovete rimuovere le pietre ed eventuali erbacce, come la gramigna. La pianta altamente infestante, se presente, rende vana la semina.

Eliminate le asperità, dovete spianare la superficie e aggiungere altro terreno dove necessario, facendo attenzione a immettere zolle leggere e friabili. Per avere la giusta preparazione zappatelo a mano con il rastrello che vi aiuterà a girare le zolle per avere un manto ricco di potassio e fosforo. Inoltre, per far si che i semi attecchiscano, il terreno deve essere ben drenato e nel caso di una composizione arida, per dargli un aiuto in più potete aggiungere terriccio e torba.

Tipologie di semi

Prima di procedere con la semina, è importante capire quali semi sono adatti al terreno. Ci sono quelli resistenti al calpestio, agli sbalzi termici e idrici che creano un prato verde scuro. Se il vostro giardino è ingiallito e rado allora dovete scegliere quelli adatti a contrastare questo fenomeno. I più indicati sono un mix di semi che permettono di avere un prato bello, robusto e resistente anche con poca manutenzione e irrigazioni non frequenti. Come seminare il terreno

Ora è il momento di spargere i semi. In un giardino di casa la superficie non è molto ampia, quindi potete farlo anche a mano. Camminando dovete spargere i semi prima in una direzione e poi nell’altra. Per farli entrare all’interno del terreno potete aiutarvi con un rullo che servirà anche per compattare la superficie.

A questo punto il prato deve essere irrigato, così da creare la giusta umidità per permettere ai semi di germinare. Dovete ripetere l'operazione sistematicamente fino a quando l’erba non arriva a circa 10 cm d’altezza. Per essere certi che il prato cresca rigoglioso, non dovete dimenticare i concimi che vanno scelti in base alle caratteristiche del terreno.

Gli specialisti del giardino ad Ancona

Ciavattini Garden, via Traversa Varano 279 (zona stadio Del Conero)– Tel. 071 2865299 

Dorica Legnami Castellani, via Caduti del lavoro 7 – Tel. 071 2861500

Tende Tendenze, via Achille Grandi 49 – Tel. 071 894089

Cagnoni, via dell’Industria 2, Tel. 071 – 289981 

OBI, via Giulio Pastore Sassari 9, Tel. 071 286011

IKEA, Frazione Aspio

Garden Claudia, via Clementina 19 (Falconara Marittima) – Tel.  071 9198958

Alfio Paoletti, via d’Ancona 45 (Osimo), Tel. 071 718081

Naturalegno S.r.l, via Einaudi 2 (castelfidardo) – Tel. 071 7825141

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Potatura delle piante: tecniche e consigli per un risultato perfetto

  • Wi-fi in casa: è pericoloso per la salute? L’Istituto superiore di sanità smentisce 

  • Cabina armadio, cosa c'è da sapere prima di costruirne una

  • Cucina a isola, perché sì e perché no: tutto quello che c'è da sapere

  • Detergenti, sigarette e metodi di cucina: attenzione all’inquinamento domestico

Torna su
AnconaToday è in caricamento