L'Oipa informa

L'Oipa informa

Amici animali, attenzione alla "filariosi" nei cani: ecco i consigli dell'Oipa

I principali sintomi possono essere prurito, presenza di noduli sottocutanei, diminuzione dell'appetito, stanchezza, intolleranza all'esercizio fisico, tosse secca soprattutto dopo esercizio fisico, anemia

Zanzara della filaria

La Filariosi è una malattia veicolata da tutte le zanzare ed in particolare, secondo recenti studi, è la zanzara tigre la maggiore responsabile della diffusione della malattia. A seconda del parassita veicolato, la filariosi può presentare una forma cardiopolmonare  oppure cutanea. La zanzara  che trasporta le forme larvali dei vermi è la causa principale della malattia. Durante il pasto di sangue sul cane, i parassiti vengono iniettati nell'apparato circolatorio dell'animale e si sviluppano al suo interno. I principali sintomi possono essere prurito, presenza di noduli sottocutanei, diminuzione dell'appetito, stanchezza, intolleranza all'esercizio fisico, tosse secca soprattutto dopo esercizio fisico, anemia. Altre forme di prevenzione può essere l'utilizzo di prodotti antiparassitari topici e di altro tipo prescritti dal veterinario. Nelle zone endemiche, tenere gli animali in casa di notte. La cura terapeutica è complessa e prevede l'utilizzo di farmaci che devono essere dosati attentamente dal veterinario in base allo stadio della malattia e allo stato di salute generale dell'animale. Inoltre, se le filarie sono rimaste a lungo nel cuore dell'animale, questo probabilmente resterà cardiopatico anche dopo la terapia, poiché il danno causato al cuore non sempre è reversibile. La profilassi della filariosi è la soluzione migliore per prevenire l'infestazione dovuta a questi parassiti. Il veterinario può prescrivere farmaci da somministare per bocca o iniettabili a fronte di un accertamento preventivo dell'assenza del parassita nei cani che potrebbero essere portatori. Questa malattia può manifestarsi anche a distanza di mesi rispetto al momento del contagio, è perciò importante eseguire periodicamente un test di controllo presso il veterinario di fiducia per verificare che il nostro amico a quattro zampe stia davvero bene.La filariosi è una malattia degenerativa e cronica che può condurre, nei casi più gravi e se non diagnosticata tempestivamente, alla morte del cane. L'OIPA di Ancona consiglia a tutti i proprietari di animali di fare una cura preventiva dal proprio veterinario di fiducia al fine di evitare il contagio di questa brutta malattia sopra descritta soprattutto in questo periodo che inizia il periodo estivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
L'Oipa informa

L'Organizzazione Internazionale Protezione Animali ha lo scopo di tutelare gli animali da ogni forma di maltrattamento. Questo blog è stato creato in collaborazione con AnconaToday appositamente per dare risposte, sul mondo animalista, ai cittadini di Ancona e provincia

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento