Animali, l'importanza della sterilizzazione e del microchip

Ecco l'associazione Oipa sezione di Ancona che fa il punto su due elementi fondamentali per la vista dei nostri amici animali: da una parte la sterilizzazione e dall'altra la pratica dell'installazione del microchip

MICROCHIP. Il microchip è una minuscola capsulina di pochi millimetri di lunghezza e di diametro, realizzato in materiale che non provoca nessuna forma di rigetto o fastidio all'animale che vieni iniettato sotto la cute. I microchip sono particolarmente utili in caso di smarrimento o rapimento degli animali e possono anche essere determinanti in caso di contenzioso sulla proprietà degli stessi.I canili privati e comunali ricevono un enorme beneficio nell’applicazione dei microchips, che permettono una restituzione più veloce ed efficiente degli animali ai loro legittimi proprietari. Le guardie zoofile, il servizio veterinario delle ASL e I veterinari liberi professionisti sono forniti di un lettore di microchip per la verifica del corretto inserimento nell'anagrafe canina regionale dell'animale,infatti è sempre buona norma verificare che dopo l'applicazione del microchip,lo stesso venga inserito correttamente per non correre il rischio di essere sanzionati.

STERILIZZAZIONE. La sterilizzazione di cani e gatti, nonostante possa sembrare una prevaricazione sulla natura dell’animale, costituisce un fattore importantissimo per la prevenzione del randagismo. Nella maggior parte dei casi il destino delle cucciolate indesiderate è o la soppressione o l’abbandono. La sterilizzazione sopprimendo l’istinto sessuale evita fughe nel periodo del calore riducendo il rischio di perdere il cane o il gatto. Inoltre, ha effetti benefici sulla salute dei nostri animali, sia maschi che femmine, in quanto previene diverse patologie tumorali (tumore mammario, alle ovaie e all’utero nelle femmine, tumore ai testicoli e alla prostata nei maschi). La sterilizzazione viene eseguita in anestesia totale, si tratta dunque di un intervento non doloroso, ormai sicuro e certamente meno pericoloso di una gravidanza o di un parto. La convalescenza nella femmina dura un paio di giorni, mentre il maschio tornerà normale una volta terminato l’effetto dell’anestesia. Gli animali sterilizzati ingrassano?Sicuramente l’equilibrio ormonale viene modificato dall’intervento di sterilizzazione. Tuttavia il metabolismo si assesta rapidamente ad un nuovo equilibrio, perciò è facile tenere sotto controllo il peso del nostro animale grazie a un’alimentazione bilanciata. Spesso nei cani e nei gatti che vivono in casa l’aumento di peso è dovuto alla noia che li porta a mangiare troppo spesso, e alla mancanza di movimento. Per evitarlo, basta dar loro da mangiare a orari fissi e nelle quantità corrette, e dar loro la possibilità di giocare e muoversi. A quale età conviene sterilizzare un animale? Nelle femmine di cane e di gatto è consigliabile aspettare dopo i 6 mesi di età. L’intervento di sterilizzazione è tanto più protettivo nei confronti dei tumori dell’apparato riproduttivo, tanto più viene effettuato in età precoce, meglio se prima del primo calore. Per il gatto maschio è meglio operare intorno ai 6-8 mesi, prima che cominci a “marcare il territorio” con l’urina; se convive con femmine fertili è meglio anticipare l’intervento, consultando preventivamente un veterinario.
Per il cane maschio è meglio aspettare l’anno di vita, ma anche in questo caso meglio consultare un veterinario che deciderà in base all’animale. Non è necessario far partorire alla femmina una prima cucciolata?La credenza popolare secondo la quale sarebbe necessario far fare una prima cucciolata alla femmina prima di sterilizzarla è completamente falsa e inventata, non ha alcuna base scientifica e qualsiasi veterinario potrà smentirla. Al contrario, nelle femmine la probabilità di insorgenza di tumori mammari si riduce tanto più quanto più la sterilizzazione viene effettuata in giovane età: se si agisce prima del primo calore si riduce quasi a zero.

Si parla di

Animali, l'importanza della sterilizzazione e del microchip

AnconaToday è in caricamento