rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Salute

Open day Radiologia, occhi puntati sul tumore prostatico

Porte aperte stamattina nel reparto di Radioterapia dell'ospedale regionale di Torrette. Il direttore Giovanna Mantello e il suo staff hanno spiegato a gruppi di visitatori in cosa consiste questo tipo di attività

ANCONA - Porte aperte stamattina nel reparto di Radioterapia dell'ospedale regionale di Torrette. Il direttore Giovanna Mantello e il suo staff hanno spiegato a gruppi di visitatori in cosa consiste questo tipo di attività. L'Open day è stato organizzato in occasione della festa del papà, per sensibilizzare sui rischi e la necessità di prevenzione del cancro alla prostata. «Non tutti sanno che la radioterapia è sicura, accurata, efficace; il suo effetto è localizzato, è ben tollerata, non necessita di ricovero o di anestesia- ha spiegato la Mantello- aprire le porte del nostro reparto ha l'obiettivo dare tranquillità a tutti i pazienti che hanno già intrapreso o stanno per intraprendere il trattamento radiante mostrando l’alto livello tecnologico disponibile spiegando l’accuratezza e l’appropriatezza di utilizzo dell’attrezzatura». All'evento hanno partecipato anche gli studenti, i medici di domani. 
Gli staff di Radioterapia e fisica sanitaria hanno illustrato il funzionamento di una Tac, come vengono lette le immagini e la Tomoterapia in un vero e proprio tour di circa 90 minuti. 

«Oggi spieghiamo le potenzialità della radioterapia della prostata , presentiamo la nostra tecnologia e le complesse operatività di preparazione del piano di cura e di somministrazione della dose. Spesso tutto sconosciuto- ha aggiunto la Mantello- Nei casi con eventuali piccole lesioni metastatiche da neoplasia prostatica, precise tecniche avranno un ruolo ablativo e di rallentamento della diffusione sistemica di malattia. Se il bersaglio è polmonare o nell’addome superiore, sofisticate tecniche di controllo del respiro garantiranno  la corretta irradiazione della neoplasia con  risparmio dei tessuti sani.La radioterapia “opera” con un bisturi invisibile- conclude Giovanna Mantello- che deve essere guidato dalle immagini verso il target neoplastico, rispettando i tessuti sani». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Open day Radiologia, occhi puntati sul tumore prostatico

AnconaToday è in caricamento