rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Salute

"Regata per la vita": si veleggia contro il tumore

Verranno raccolti fondi a sostegno della rete Marcangola delle associazioni di volontariato d’oncologia che operano in territorio marchigiano

ANCONA «I tumori sono delle malattie che impattano ancora fortemente sulla vita di milioni di persone in tutta Italia e quindi anche nella nostra Regione - sottolinea la prof.ssa Rossana Berardi, membro del Direttivo Nazionale AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica), Ordinario di Oncologia all'Università Politecnica delle Marche e Direttrice della Clinica Oncologica -. È importante sostenere le associazioni che rappresentano e sostengono i pazienti nella loro vita di tutti i giorni. Il mondo dello sport può essere un nostro prezioso alleato perché l’attività fisica rappresenta uno strumento fondamentale di prevenzione oncologica. Ringraziamo tutti coloro che parteciperanno all’evento benefico che quest’anno più che mai accenderà i riflettori sull’importanza degli stili di vita. Nel 2021, infatti, 44% dei cittadini è aumentato di peso fra smart working e riduzione dell’attività fisica con un aumento dipeso in media di ben 4 Kg. Oggi più che mai il connubio tra sport, salute e solidarietà è necessario e vincente»

Anche quest'anno la squadra "A Dragon For Life", prima esperienza di Dragonesse nella Regione Marche, nata dalla sinergia tra Clinica Oncologica, Lega Navale di Falconara e Fondazione Ospedali Riuniti di Ancona onlus parteciperà alla quarta Regata per la Vita. E con un compito importante: riaffermare con forza l'importanza della prevenzione per il tumore al seno e il percorso di riabilitazione attraverso l'esercizio fisico e l'attività sportiva” affermano Marisa Carnevali, presidente Fondazione Ospedali Riuniti di Ancona e Daniele Montali Presidente Lega Navale di Falconara. «Essere presente in mare, il prossimo 3 luglio, accanto a grandi skippers diventa per le Dragonesse ancora una volta una sfida vincente. E l'allenamento è già cominciato!” aggiunge invece Ivonne Rispigliati, Capitana della Squadra "A dragon for life».

«In questi ultimi due anni tutti noi abbiamo compreso a fondo che il nostro Servizio Sanitario Nazionale riveste un valore fondamentale per tutta la collettività. A questo proposito, il Comitato Ragionale Marche FIV rinnova con forza il proprio sostegno all'iniziativa ludico-aggregativa Regata per la vita 2022, ideata dalla eclettica Prof.ssa R. Berardi, della Clinica Oncologica degli Ospedali Riuniti, e per esprimere il proprio ringraziamento al personale sanitario per quanto svolto negli ultimi due anni a favore della collettività, a partire da domani (oggi), giornata mondiale della salute, darà la possibilità a tutto il personale dipendente dell'Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona, nonché al corpo docente e agli specializzandi della facoltà di medicina dell'Università Politecnica delle Marche, di tesserarsi gratuitamente alla FIV-Federazione Italiana Vela, per salire in barca e partecipare insieme alla regata in programma» sostiene Saimon Conti, Presidente del Comitato Regionale Marche della FIV-Federazione Italiana Vela. 

«Far entrare nel DNA dell’oncologia, oltre alla ricerca e alle cure anche l’attività sportiva e emblematiche manifestazioni come la regata per la vita, non era e non è impresa facile. Ci è riuscita la nostra Clinica Oncologica e la nostra rete delle associazioni di volontariato con un’intuizione vincente raccolta del mondo della vela, con entusiasmo e convinzione.” dice Michele Caporossi, Direttore Generale dell’AOU Ospedali Riuniti di Ancona – “La regata per la vita è passata indenne attraverso il periodo pandemico e tutti crediamo che durerà per tanti anni ancora. Per testimoniare nell’azzurro del mare e nella meraviglia dell’energia del vento che la lotta ai tumori è sempre più forte e viva, e prima o poi avrà la meglio su questa malattia definitivamente».  «Sono orgoglioso di mettere a disposizione della “Regata per la Vita” la mia esperienza pluridecennale di professionista a 360 gradi nel mondo della vela e delle regate» spiega il noto yacht designer e  speaker Paolo Cori, «La scorsa edizione ho accettato con entusiasmo l’invito della Prof.ssa Berardi di entrare nella grande famiglia della manifestazione, esserci mi riempie di gioia».  

“Anche quest’anno la “Regata per la Vita” è stata inserita nel calendario dei velisti tra gli eventi più importanti - conclude Alberto Rossi -. Pur non perdendo nulla dello spirito originario che ha determinato la nascita di questa iniziativa, gli organizzatori sono riusciti addirittura a completarla dandogli anche l’imprinting di evento sportivo. Ci saremo tutti!”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Regata per la vita": si veleggia contro il tumore

AnconaToday è in caricamento