rotate-mobile
Salute

Ospedali Riuniti e la sfida contro l'obesità: accessi in aumento negli ultimi 5 anni

Contrastare l’obesità rappresenta per una società una sfida importante. Lo è ancor di più in campo sanitario, per le notevoli implicazioni che si affrontano nel trattamento della patologia

ANCONA - Contrastare l’obesità rappresenta per una società una sfida importante. Lo è ancor di più in campo sanitario, per le notevoli implicazioni che si affrontano nel trattamento della patologia. Una patologia che non può non avere un approccio multidisciplinare, richiesto nel trattamento complessivo del paziente.  Il relativo Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale attivo presso l’Azienda Ospedaliera da oltre 5 anni è andato via via crescendo in numeri ed efficacia, al pari degli oltre 35 PDTA certificati ISO 9000 – Vision 2015 dell’AOU: «Nella nostra Azienda l’obesità non è una patologia secondaria o sottovalutata, anzi  - afferma Michele Caporossi, Direttore Generale degli Ospedalei Riuniti di Ancona. Ciò è testimoniato dai sorprendenti risultati ottenuti nel trattamento della patologia sempre con i migliori approcci possibili. Da evidenziare anche la disponibilità delle molteplici discipline che interagiscono con il comune obiettivo di restituire al paziente una vita normale e con il massimo livello di sicurezza».

«Trattiamo anche l’obesità morbigena - ci dice il professor Giovanni Di Benedetto, Direttore della Clinica di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva - che è quella forma di obesità caratterizzata da un indice di massa corporea maggiore di 40 kg/m2 e che è in continuo aumento nei paesi industrializzati. Molte volte, prevenzione e terapia medica non sono sufficienti per ottenere un risultato efficace in questi pazienti. Così ci si rivolge alla chirurgia bariatrica che, pur non totalmente libera da complicanze, offre però buoni risultati che garantiscono al paziente la perdita di peso e la tutela dalle patologie associate all’obesità».

Presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona l’equipe multidisciplinare che si occupa di obesità è costituita da numerose figure specialistiche e affronta molteplici trattamenti, che vanno dalla perdita ponderale fino al rimodellamento corporeo di tali pazienti. In quest’ultimo, in particolare la presenza di figure professionali quali dietologo, cardiologo, internista endocrinologo, anestesista, chirurgo, chirurgo plastico, psicologo, riconsegnano il paziente ad una vita normale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedali Riuniti e la sfida contro l'obesità: accessi in aumento negli ultimi 5 anni

AnconaToday è in caricamento