Mal di testa, prevenzione e rimedi: come si combatte la cefalea

La cefalea è un disturbo che comprende diverse forme, addirittura centinaia, e alcune sono invalidanti. La causa scatenante? Rilevarla non è mai facile. Ecco come affrontarla

Il mal di testa (o cefalea) arriva all’improvviso, ma non sempre. Spesso è annunciato da una sorta di “eco” lontana che si avverte già al momento della sveglia. Si tratta di un disturbo che comprende diverse forme, addirittura centinaia, e alcune sono invalidanti. La causa scatenante? Rilevarla non è mai facile. Secondo la ricerca “Vivere con l’emicrania”, realizzata dal Censis con la collaborazione di Eli Lilly, Novartis e Teva, questo disturbo specifico colpisce l’11,6% della popolazione italiana e nella maggior parte dei casi le donne (tre volte più frequente). 

Segnali anticipatori 

Come già detto, spesso si comincia con un sottile mal di testa alle prime ore del giorno, fastidio che  appare sopportabile per poi trasformarsi in dolore vero e proprio. Alcuni episodi sono preceduti anche da flash di luce, visione di punti neri, nausea e sensibilità estrema a luce e rumore. 

Cefalea come prevenirla

A tavola   
State lontano da cioccolata, alcolici, latticini e cibi grassi. Preferire invece i cibi ricchi di vitamina C e magnesio. Vietato saltare i pasti: il digiuno, per esempio, è un fattore determinante nel mal di testa. 

Attività fisica 
Gli esercizi aerobici praticati con costanza possono aiutare perché riducono la tensione. Si Attenzione: lanciarsi in sforzi intensi e senza l’opportuno riscaldamento può provocare l’effetto contrario 

Impacchi 
Tra i rimedi naturali più indicati per contrastare i sintomi del mal di testa da stress, sarà sufficiente immergere una garza sterile in acqua fredda ed applicarla sulla testa; inoltre puoi arricchire l’acqua con qualche goccia di olio essenziale rilassante, come quello di camomilla, di basilico, di lavanda o di menta piperita.

Riposo
Assicura all'organismo un riposo regolare: evita di dormire troppo o troppo poco e cerca di andare a letto e di svegliarti a orari regolari.

Piano con i farmaci

Non abusare di farmaci antinfiammatori ed antidolorifici: i soggetti che assumono questi farmaci frequentemente rischiano che il mal di testa si ripresenti più spesso per il cosiddetto effetto rimbalzo.

Agopuntura
Prova l’agopuntura, gli esercizi di rilassamento, la meditazione e lo yoga, utilissimi per prevenire il mal di testa da stress. 

Cosa fare durante un attacco 

Ci sono comportanti e alimenti che puoi assumere durante gli attacchi di cefalea per ridurne gli effetti. Eccone alcuni:

Dormire a pancia in su

Sembra che dormire in posizione supina possa alleviare il mal di testa più velocemente. Alcuni studi sostengono infatti che dormire in posizione scomoda favorisce la contrazione dei muscoli della nuca favorendo l'insorgere della cefalea.

Respirazione

La respirazione profonda incoraggia il rilassamento e scaccia la tensione. Inspira partendo dall'addome, per poi far "risalire" il respiro al torace. Poi, espira lentamente.

Fasciarsi la testa

Avvolgere la testa con una benda abbastanza stretta riduce l'afflusso di sangue al cuoio capelluto e provoca la diminuzione delle fastidiose pulsazioni da cefalea.

Buio

 Spegni le luci; le luci molto forti, le lampade fluorescenti e tutte le fonti luminose possono scatenare o peggiorare il mal di testa. Inoltre, quando esci di casa, soprattutto in estate, ricordati di indossare sempre degli occhiali da sole.

Auto massaggi e digitopressione

Le digitopressioni agiscono sui punti dei meridiani energetici, dando grande sollievo in caso di dolore. Ecco alcuni massaggi che possono essere utili per affrontare le cefalee più comuni:

- Porta i pollici a sinistra e a destra del naso, all’altezza degli occhi, e sistemali nella parte interna del sopracciglio. Fai una pressione, leggera ma decisa, per dieci minuti: cerca di mantenere sempre la stessa intensità, poi rilascia lentamente.

- Afferra tra pollice e indice il lobo dell’orecchio e massaggialo con piccoli cerchi concentrici per dieci minuti.

- Stringi la pelle della fronte tra pollice e indice, poi rilasciarla lentamente. Ripeti più volte.

- Esercita una delicata pressione con i pollici sulla zona immediatamente inferiore alle sporgenze ossee della nuca.
 

Potrebbe interessarti

  • Si avvicina il controesodo: come viaggiare con il caldo (senza soffrire troppo)

I più letti della settimana

  • Non risponde al telefono, un'amica dà l'allarme: la trovano morta in salotto

  • L'orrore scoperto dalle due figlie, papà e mamma trovati impiccati

  • Sfugge al controllo della mamma, l'auto lo travolge: morto un bimbo di 9 anni

  • Il mostro ha vinto dopo 4 anni di lotta, Ilenia è morta: la giovane mamma lascia 2 bambini

  • Paura nelle acque del porto, la barca avvolta dalle fiamme: dentro 5 persone

  • Entra in acqua e poi scompare, lo cercano in mare ma lo trovano nella spiaggia libera

Torna su
AnconaToday è in caricamento