rotate-mobile
Salute

Fibromialgia e tumori, un incontro tra specialisti ad Ancona

Un incontro sul tema dell’incrocio tra sindrome fibromialgia e tumori. "Fibromialgia e oncologia: medicina convenzionale e integrata, oggi" è organizzato dai volontari di Fibromialgia Italia

Un incontro sul tema dell’incrocio tra sindrome fibromialgia e tumori. "Fibromialgia e oncologia: medicina convenzionale e integrata, oggi" è organizzato dai volontari di Fibromialgia Italia, il 30 settembre alla Mole Vanvitelliana, Auditorium Orfeo Tamburi, tra le 9 e le 13. Con il patrocinio del Comune di Ancona, della Regione Marche, del Consiglio Regionale, degli Ospedali Riuniti di Ancona, dell'Inrca, dell'Istituto di riabilitazione Santo Stefano Villa Adria gruppo Kos, della rete Marcangola.

La sindrome fibromialgica è una forma comune di dolore muscoloscheletrico diffuso e di affaticamento astenia che colpisce approssimativamente fino a 2 milioni di Italiani. L’incontro è rivolto a persone affette da fibromialgia, personale medico sanitario, studenti di medicina, operatori del benessere e cittadini interessati. Con una fitta serie di interventi medico scientifici. Di Antonella Moretto, counselor professionista e Presidente Afi odv, del dottor Maurizio Massetti Soso Terapia antalgica Asur Marche, dell’oncologa Mariangela Torniai Uoc Oncologia, Ospedale A. Murri, di Luca Imperatori Oncologia-Medicina integrata-Omotossicologia Ospedali Riuniti Marche Nord, di Marco Romeo Presidente Federazione Oncologica Marchigiana, di Paolo Poli anestesista terapia del dolore e Presidente Sirca, del professore di Scienze farmaceutiche Martinez Sanchez, di Tiziana Nava fisioterapista e posturologa, di Antonello Morgantini Direttore Area Medica Gruppo Santo Stefano, di Raffaella Ramazzotti psicologa psicoterapeuta. Modera Renato Bisonni, Direttore Uoc Oncologia, Ospedale A. Murri.

«Possono la sindrome fibromialgica e i tumori incrociarsi nella vita di una persona? Perché se la prima è anche chiamata la ‘malattia invisibile’, i secondi appaiono spesso all’improvviso e diventano ‘più che visibili- spiegano i rappresentanti di Afi Odv- In letteratura, allo stato attuale, non esiste collegamento tra le due patologie, ma ciò non toglie che una persona affetta da fibromialgia non possa poi ammalarsi di cancro, e viceversa; non si può escludere che una patologia neoplastica possa innescare o slatentizzare la fibromialgia».

Problemi fisici e psicologici inevitabilmente si sommano e scopo dell’incontro è quello di verificare il loro impatto nei pazienti e suggerire strategie per il controllo del dolore e per il miglioramento della qualità di vita. «Nel 2019 il primo convegno, oggi sentiamo la necessità di rivederci perché tra crisi sociale, Covid-19 e fragilità degli equilibri internazionali, di certo non mancano le cause scatenanti o facilitanti Il sostegno alla medicina convenzionale può venire dall’approccio integrato perché la sindrome fibromialgica e lo stato oncologico, in quanto tali, propongono sfaccettature e sfumature diverse da paziente a paziente» spiegano gli organizzatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fibromialgia e tumori, un incontro tra specialisti ad Ancona

AnconaToday è in caricamento