Venerdì, 30 Luglio 2021
Salute

"Parole che contano", servizio di sostegno psicologico a distanza: come chiederlo

Riprende il sostegno telefonico e on line per fornire un aiuto psicologico in questo periodo di emergenza Covid-19

Il progetto “Parole che contano” fornisce un sostegno telefonico e on line per fornire un aiuto psicologico in questo periodo  di emergenza Covid-19. 
Il progetto è già attivo nell’ambito dell’innovazione finanziata dalla Regione Marche (Dedalo, Prevenzione di Comunità, Percorsi di coesione sociale) e finalizzato alla promozione e al sostegno del benessere dei cittadini del territorio, di ogni fascia di età, attraverso azioni per l’intercettazione precoce di nuove forme di disagio. Dopo un’interruzione dovuta alla chiusura della sede presso l’Informagiovani di Senigallia, lo sportello di ascolto è ora nuovamente attivo, da remoto, per fronteggiare l’emergenza e garantire continuità, con la possibilità di affrontare momenti di fragilità, vulnerabilità, insicurezza, solitudine, ansia che caratterizzano in modo particolare questo drammatico momento di crisi. Il Servizio Territoriale delle Dipendenze Patologiche di Senigallia – DDP AV 2 ASUR, in collaborazione con il Comune di Senigallia e l’Associazione Temporanea di Sviluppo - ATS (COO.S.S. Marche-Ente Capofila- Associazione Oikos Onlus e Polo9 Società Cooperativa Sociale) realizza tale iniziativa fornendo un numero telefonico dedicato e la possibilità di colloqui gratuiti on line su appuntamento.

Come accedere

Per ricevere informazioni sul supporto psicologico è attivo il servizio gratuito che permette di accedere ad un consulto psicologico rivolgendosi:

-dal Lunedì al Giovedì, dalle 10:00 alle 12:00 al numero 3497198339 (anche su WhatsApp)

-inviando una mail all’indirizzo: sportello.parolechecontano@gmail.com. L’accesso è libero e gratuito. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Parole che contano", servizio di sostegno psicologico a distanza: come chiederlo

AnconaToday è in caricamento