rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Benessere Jesi

Difficoltà nel quotidiano, sempre più cittadini si rivolgono al Family coach: cos'è e come contattarlo

Il progetto, avviato lo scorso anno, ha come finalità quello di sostenere le famiglie di ogni ceto sociale nella risoluzioni di problematiche e difficoltà pratiche e concrete del vivere quotidiano

JESI - Sono già oltre 50 le famiglie di Jesi e della Vallesina che hanno intrapreso un percorso gratuito di affiancamento, supporto e consulenza con strumenti di Family Coaching. I percorsi sono promossi dall’Asp Ambito 9 grazie al sostegno di Fondazione Cariverona, all’interno di un progetto che vede Cooss Marche come capofila.  

Il progetto, avviato lo scorso anno, ha come finalità quello di sostenere le famiglie di ogni ceto sociale nella risoluzioni di problematiche e difficoltà pratiche e concrete del vivere quotidiano, come ad esempio la gestione dell’economia domestica, l’accudimento di un anziano o di un disabile in casa, la riorganizzazione della vita familiare a seguito di un trasferimento, l’aiuto nell’affrontare le tematiche dei figli adolescenti. Il tutto al fine di migliorare la condizione di benessere dell’intero nucleo familiare, anteponendo l’importante all’urgente. Insomma  compito di un family coach è quello di guidare la famiglia ad affrontare le sfide e le situazioni più o meno complesse che si possono verificare all’interno del nucleo o anche nel ruolo di genitore verso il figlio o tra la coppia stessa. L’iniziativa, aperta a tutte le famiglie, con priorità a quelle già prese in carico dai servizi sociali territoriali della Vallesina, si concretizza con una serie di incontri nel corso dei quali l’esperto analizza insieme alla persona la difficoltà che si intende superare, definendo obiettivi e strategie da mettere in atto durante il percorso della durata massima di dieci appuntamenti che si tengono presso la sede dell’Asp di Via Gramsci a Jesi. 

L'esperto

L’esperto affianca la famiglia grazie agli strumenti del Family Coaching e accompagna le persone/famiglie anche attraverso il gruppo, come nel caso di quello appena concluso che ha coinvolto una decina di adolescenti di Jesi e Vallesina che hanno lasciato la loro testimonianza del percorso  intrapreso attraverso la realizzazione di un murales che racconta la loro esperienza di vita. In programma, e partirà verosimilmente ad ottobre, il gruppo di supporto per genitori con bambini autistici in collaborazione con importanti enti del territorio. 

Come accedere al servizio

Le persone o famiglie interessate ad avvalersi degli strumenti del Family Coaching, sempre a titolo gratuito, possono rivolgersi all’Asp Ambito 9, unità operativa Minori e Famiglia, contattando lo 0731 236911.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Difficoltà nel quotidiano, sempre più cittadini si rivolgono al Family coach: cos'è e come contattarlo

AnconaToday è in caricamento