I falsi amici della dieta, 7 alimenti che pensavi facessero dimagrire: invece no

No agli eccessi, pochi fritti, dolci con moderazione. Pena: chili di troppo e problemi di salute. Tutto questo ci è stato detto e ridetto, ma è bene chiamare con nome e cognome i “falsi amici” della dieta

No agli eccessi, pochi fritti, dolci con moderazione. Pena: chili di troppo e problemi di salute. Tutto questo ci è stato detto e ridetto, ma è bene chiamare con nome e cognome i “falsi amici” della dieta. Si tratta di alimenti che, superficialmente, possono essere visti come benefici per la salute ma che in realtà nascondono insidie non indifferenti. Eccoli: 

1- La soia 

Cominciamo con lo sfatare un falso mito. La soia - spesso non è biologica, contiene OGM ed estrogeni, responsabili di squilibri ormonali che fanno ingrassare. È meglio evitare anche lo yogurt di soia, perché ricco di zuccheri aggiunti. 

2- Prodotti light e senza grassi 

Boom! Altro mito che salta. Per compensare la minor quantità di grassi e dare sapore, le industrie alimentari aggiungono zuccheri, sale e additivi a questi alimenti. Secondo uno studio condotto nel Regno Unito, il 10 per cento dei cibi dietetici contiene le stesse calorie o addirittura di più di quelli normali, e il 40 per cento ha più zuccheri.

3- Succhi di frutta 

Spesso sarebbe il caso di chiamarli “frutti di zucchero”  e per capirne il motivo basta leggere la loro composizione. La proporzione tra zuccheri è frutta è molto sbilanciata a favore dei primi. Se proprio non ne puoi fare a meno, scegli prodotti che non contengano edulcoranti e che non siano ottenuti da concentrato (che ha il doppio delle calorie del frutto non trattato!). Oppure, puoi provare a farli in casa, senza aggiungere zucchero: più economici, più saporiti e mille volte più sani!

4- Cereali e barrette

l’accoppiata yogurt più cereali potrebbe sembrare l’opzione più sana e leggera per la colazione, ma in realtà i cereali fanno ingrassare, essendo ricchi di zuccheri, grassi idrogenati, grassi vegetali di scarsa qualità e conservanti. Per un’alternativa salutare e home made, prova questa ricetta: mescola insieme 100 gr di avena, una manciata di riso soffiato, un po’ di frutta secca mista tagliata a pezzi, 3 cucchiai di miele e 2 cucchiai di olio di semi di girasole. Spargi il composto su una teglia e inforna a 180° per una mezz’ora, mescolano un pochino il muesli dopo 15 minuti.

5- Frullati 

Bere uno smoothie equivale a mangiare quattro o cinque porzioni di frutta con i rispettivi zuccheri, che alzano il carico glicemico.

6 - Frutta disidratata 

Occhio a non confonderla con la frutta secca!. Quest’ultima è un ottimo energetico, ma la frutta disidratata, come anche quella candita, è davvero deleteria per la linea. Infatti, il processo di essiccazione a cui è sottoposta può far aumentare la quantità di zuccheri fino a tre volte, mentre la frutta candita ha una quantità elevatissima di zuccheri e oli. Meglio quindi prediligere frutta fresca e secca.

7 - Gomme e caramelle senza zucchero

Le caramelle senza zucchero sono un concentrato di dolcificanti artificiali ed edulcoranti, che risultano essere tossici nel lungo periodo.

Depurarsi con la dieta detox, cos'è e come funziona

Acqua e limone, tutta la verità: benefici e controindicazioni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • Emergenza Covid, Acquaroli preoccupato: «Rischiamo crisi economica impressionante»

  • Coronavirus, screening di massa con tampone antigenico rapido nelle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento