Sara Safe Factor ha parlato agli studenti di Ancona

Oltre 300 studenti dell’Istituto Podesti - Calzecchi Onesti hanno partecipato al dodicesimo appuntamento 2019 del progetto di Sara Assicurazioni e Automobile Club d’Italia sulla Sicurezza Stradale. Il Testimonial F.1 Montermini: “Concentrazione e rispetto delle regole alla base della sicurezza su strada e nel racing”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Ancona, 5 novembre 2019. “Sara Safe Factor, in strada ed in pista vincono le regole” ha fatto tappa ad Ancona ed ha incontrato oltre 300 studenti dell’Istituto Podesti - Calzzecchi Onesti presso l’Auditorium della scuola. A fare gli onori di casa la Dirigente Lara Castellana che ha introdotto l’incontro promosso dall’Automobile Club Ancona presieduto da dr.Marco Rogano. Molto apprezzato il saluto del dr. Antonio D’Acunto Prefetto della città che ha sottolineato l’importanza di alcuni semplici ma fondamentali principi quando si è utenti della strada -“Da Prefetto ma soprattutto da padre di famiglia penso che il semplice accordo su chi quando si esce insieme prende la responsabilità degli amici e si mette alla guida scegliendo di rimanere vigile al 100% - ha spiegato il Prefetto - sia un principio fondamentale basato sulla fiducia tra genitori e figli che infonde sicurezza”-. Nel suo saluto il dr. Dario Sallustio, Comandante del Compartimento Regionale della Polizia Stradale ha voluto sottolineare: “La strada miete molte più vittime della criminalità è un dato inaccettabile”-. Molto seguito dagli studenti l’intervento di Andrea Montermini, il già pilota F.1, pluri Campione GT che ha legato molti successi al marchio Ferrari, istruttore professionista di guida sicura, che ha portato molti esempi facendo dei parallelismi tra le strade ordinarie ed il racing. Montermini ha parlato degli elementi base di guida sicura, comuni alle competizioni ed alla circolazione ordinaria, come del rispetto delle regole che rendono vincenti e sicuri in ogni condizione. Corretta posizione di guida, impugnatura del volante, uso delle cinture in relazione ad airbag e poggiatesta, frenata d’emergenza con l’ausilio dell’ABS, sono stati tra gli argomenti trattati dal pilota modenese. -“Una situazione di pericolo non si annuncia con un messaggio, pertanto conoscere come reagire a emergenze improvvise diminuisce i fattori di rischio e insegna a tenere il controllo - ha spiegato il driver Ferrari, che ha ripetuto - Le regole vanno rispettate sempre, sia quando si è su un veicolo, sia quando si è pedoni”-. Sono stati mostrati agli studenti diversi dati sull’argomento e molti video, tutti improntati al rispetto delle regole ed all’attenzione quando si è utenti delle strada. Il progetto è presente su facebook @SaraSfafeFactor, dove si pala di sicurezza in modo dinamico e facile da apprendere. Sara Safe Factor dal 2007 ha incontrato oltre 110.000 studenti, si inserisce nel piano di azione dell’Automobile Club d’Italia a sostegno della campagna ONU che, per il decennio 2010 - 2020 ha l’obiettivo di un ulteriore dimezzamento delle vittime della strada e affianca l’azione della Federazione Internazionale dell’Automobile “FIA for Raod Safety Action”. La sicurezza è tra le principali prerogative ACI che a sua volta è sempre volentieri al fianco del mondo della scuola. Peculiarità di Sara Safe Factor è la promozione della sicurezza stradale, esemplificato attraverso dei parallelismi con il mondo delle corse automobilistiche. Il Racing e la guida sulle strade di transito ordinarie hanno in comune gli elementi base di guida sicura, ma sopratutto il rigido rispetto delle regole, aspetto comune al mondo della scuola e dello sport. Sara Assicurazioni ha scelto gli studenti in età da patente come principali interlocutori, poiché trasmettere comportamenti corretti ai neofiti della guida è la via più efficace per creare una nuova generazione di utenti della strada che condividano il valore ed il principio della sicurezza stradale, attraverso comportamenti responsabili ed attenti. Il pilota più veloce non sarà mai un campione se non rispetta le regole. Un principio fermo nella mente dei grandi piloti, come il testimonial dell’iniziativa Andrea Montermini. Il già driver F.1, da sempre vicino al marchio Ferrari, due volte volte Campione International GT Open, Campione Italiano GT, che dopo aver corso in F.3 ed in F.3000, essere stato terzo pilota Ferrari F.1 ed aver corso nella massima serie iridata, ha continuato la sua carriera in F. Indy, IMSA e Prototype, ha partecipato più volte alle 24H di Le Mans, di Daytona e di Spa, è anche istruttore professionista di guida sicura. Montermini parla alle giovani platee con esempi pratici, trasferendo i solidi principi alla base della guida sicura, poiché solo conoscendo le situazioni che possono portare al pericolo si possono prevenire e gestire. Partner del progetto è Newtron, azienda italiana con sede in Sicilia, primo marchio nazionale ed europeo, abilitato alla conversione delle vetture, anche le più datate, ai sistemi elettrici o ibridi.

Torna su
AnconaToday è in caricamento