rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Aziende

Opere Laiche Lauretane, svolta green con i bio-concimi

E’ all’insegna del pollice verde grazie ad eco-fertilizzanti di nuova generazione, la recentissima svolta gestionale dell’azienda agraria dalla Fondazione Opere Laiche Lauretane e Casa Hermes

LORETO - E’ all’insegna del pollice verde grazie ad eco-fertilizzanti di nuova generazione, la recentissima svolta gestionale dell’azienda agraria dalla Fondazione Opere Laiche Lauretane e Casa Hermes. “Certo. Non siamo ancora un’azienda bio,  ma con l’uso appena avviato di concimi biologici la nostra è una decisa virata verso una più marcata sostenibilità ambientale”, sottolinea il presidente Federico Guazzaroni. Con la messa al bando dei nitrati sostituiti da nuovi bio- concimi l’azienda ha iniziato un percorso di decarbonizzazione come indicato dal Parlamento col “Green Deal” (una serie di indicazioni di leggi che porteranno l’Europa alla completa decarbonizzazione entro il 2050.

 “I  nostri piani colturali sono insomma basati su una nuova nutrizione integrativa con prodotti a base di microorganismi azotofissatori (Azosperillum B. e Pantoea ssp., ndr.) – spiega Guazzaroni – e tale scelta permette di evitare i danni direttamente causati all’ambiente dalla infiltrazione dei nitrati nelle acque che percolano nelle falde dei bacini idrici”. Senza contare l’eliminazione dei danni indiretti, che si sostanzia nell’abbattimento notevole delle emissioni di anidride carbonica da parte dei nitrati. Gli azotofissatori “green”, sostituendo le concimazioni tradizionali a base di nitrati, consentono alle piante coltivate di assorbire direttamente dall’aria l’azoto di cui hanno bisogno. Inoltre migliorano sostanzialmente l’efficienza produttiva e i valori alimentari delle coltivazioni grazie all’aumento di antiossidanti (azione nutraceutica) benefici per la salute. 
L’azienda agricola della Fondazione Opere Laiche Lauretane e Casa Hermes è una realtà lavorativa che insiste su 1.300 ettari complessivi di terreno - appezzamenti localizzati nei Comuni di Porto Recanati, Recanati, Loreto, Castelfidardo e Montelupone – attualmente coltivati a colza, mais, girasole, grano duro e barbabietola. Sempre in termini di sostenibilità ambientale, in questo caso energetica, un ulteriore passo è stato appena compiuto attraverso il completamento  dell’installazione di pannelli solari fotovoltaici sulla copertura della Casa Hermes di riposo per anziani gestita a Loreto dalla Fondazione. Guazzaroni: “Un passo che ci consente di avvicinarci notevolmente all’autosufficienza energetica di questa struttura”. 
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Opere Laiche Lauretane, svolta green con i bio-concimi

AnconaToday è in caricamento