Aziende

Astea festeggia i suoi 110 anni di storia: nominato il nuovo presidente

«E’ un onore per me ricoprire questo ruolo, sicuramente non sarà un lavoro facile. L’Astea è un’azienda solida, ma dovremo perseguire piani di sviluppo efficaci»

Da sinistra. Massimiliano Riderelli Belli, direttore di Astea, Massimo Scalmati, presidente del cda di Astea e Fabio Marchetti, ad di Astea.

Astea spa ricorda i 110 anni della sua vita con un evento dedicato alla sua storia iniziata nel 1909, il 15 settembre, quando il consiglio comunale di Osimo creò la commissione amministrativa e la sua azienda. Successivamente anche il consiglio comunale di Recanati nel 1912 deliberò la costituzione della propria azienda. La storia della aziende del territorio è proseguita fino alla definitiva fusione che arrivò nel 2003.

Per andare alle radici della sua storia è stato nominato un comitato della manifestazione con esperti e storici che ne hanno ripercorso lo sviluppo e le tappe importanti. Il comitato è formato dallo storico Carlo Gobbi, ex presidente Astea, ricercatore e autore di libri sulla storia locale, da Manuela Francesca Panini, capodelegazione del Fai Ancona, che ha condotto ricerche e studi sul patrimonio artistico e culturale degli acquedotti e delle fontane e dall'architetto Carlo Zenobi. La ricerca condotta ha portato al censimento delle fontane e delle fonti nel territorio degli 8 comuni. Gli uffici comunali e le biblioteche hanno aperto le porte per una ricerca che ha messo in luce la ricchezza del patrimonio fatto di fontane, fonti, acquedotti dall'antichità ad oggi. Intanto Massimo Scalmati è stato nominato come nuovo Presidente del cda: «E’ un onore per me ricoprire questo ruolo, sicuramente non sarà un lavoro facile. L’Astea è un’azienda solida, ma dovremo perseguire piani di sviluppo efficaci. Il gruppo potrà fare un buon lavoro per dare sviluppo e una nuova linfa al tessuto del territorio».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Astea festeggia i suoi 110 anni di storia: nominato il nuovo presidente

AnconaToday è in caricamento