rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Aziende Senigallia

MyCicero scommette sul territorio e assume: 20 posti disponibili

Pluservice e la sua controllata myCicero, le due aziende di Senigallia operanti nel settore dei servizi digitali per la mobilità, intensificano le proprie attività e puntano sul territorio per reperire nuove professionalità

Pluservice e la sua controllata myCicero, le due aziende di Senigallia operanti nel settore dei servizi digitali per la mobilità, intensificano le proprie attività e puntano sul territorio per reperire nuove professionalità. Le due società, dallo scorso anno entrate nel gruppo Mooney, la joint venture tra Sisal Group e Intesa Sanpaolo, impiegano quasi 200 addetti e il fabbisogno di personale tecnico specializzato richiede ora l’assunzione di altre 20 risorse: analisti funzionali e tecnici, sviluppatori software back-end e front-end, sia app che web.

«Al momento della definizione dell’accordo con Mooney – afferma Giorgio Fanesi, fondatore di Pluservice, attualmente socio e amministratore delegato di entrambe le aziende – avevamo garantito a tutti i nostri dipendenti che l’azienda non avrebbe mai dimenticato le sue origini, le sue radici, anzi avrebbe incrementato la sua attenzione, anche occupazionale, verso il territorio». Il mercato della smart mobility, ovvero del digitale applicato alla mobilità delle persone, ha registrato un notevole incremento, e importanti saranno gli investimenti anche nel prossimo futuro. Così Pluservice ha dovuto affrontare un importante aumento delle attività con conseguente incremento di fabbisogno di collaboratori tecnici. «Già all’inizio dell’anno – spiega ancora Fanesi – abbiamo dovuto ricorrere ad aziende di consulenza esterne, sia in Italia che all’estero, per soddisfare le esigenze. Adesso nuovi sviluppi strategici rendono necessario il rafforzamento dell’organico aziendale. Opportunità che non riguardano solo figure senior, ma aperte anche a giovani con competenze di base da sviluppare attraverso percorsi formativi in azienda».

L’offerta di lavoro nelle aziende hi-tech si mostra in controtendenza rispetto alla situazione occupazionale nel nostro Paese, soprattutto riguardo le prospettive per i giovani: come rilevato
dall’Ocse, nel gennaio 2021 la disoccupazione giovanile in Italia è salita al 33,8% e si è mantenuta su questi livelli per tutta la primavera del 2021, contrariamente a quanto avvenuto nella
maggioranza dei Paesi Ocse. Le aziende hi-tech fanno però fatica a trovare figure specializzate: in particolare è bassa la disponibilità di ingegneri informatici, sviluppatori di software, sistemisti, designers, specialisti di internet of things. Un fabbisogno che cresce e che il nostro territorio non riesce a soddisfare. Per avanzare la propria candidatura è necessario inviare il proprio curriculum attraverso la sezione “Lavora con noi” del sito www.pluservice.net o all’indirizzo mail info@pluservice.net.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MyCicero scommette sul territorio e assume: 20 posti disponibili

AnconaToday è in caricamento