menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto Speranza

Roberto Speranza

Zona rossa e arancione, tra le Regioni a rischio anche le Marche

Il nuovo decreto legge del governo Conte cambia i parametri che fanno scattare le strette. L'ordinanza di Speranza muterà i colori ai territori. Chi rischia

Il decreto legge che il consiglio dei ministri ha approvato ieri ha cambiato anche i parametri di riferimento per portare le regioni in zona gialla, arancione e rossa. In particolare l'articolo 2 del Dl 4 gennaio prevede che se una regione è in scenario 2 - dunque con un Rt da 1 a 1,25 - finisce in zona arancione; se è in uno scenario 3 con Rt da 1,25 a 1,50 finisce in zona rossa, ma soltanto se "nel territorio si manifesta un'incidenza dei contagi superiore a 50 casi ogni 100mila abitanti". 

Zona rossa e arancione: le regioni a rischio dall'11 gennaio

Quest'ultimo parametro è stato introdotto per evitare che regioni con una circolazione virale bassa possano invece finire in arancione a causa di singolo episodio di aumento dell'Rt. Il nuovo sistema delle fasce scatterà in ogni caso a partire da lunedì 11, considerando che tutta Italia sarà in zona arancione nel week end tra il 9 e il 10 gennaio. E questo in base a uno scadenzario ben preciso: l'8 gennaio è previsto l'arrivo del report dell'Istituto Superiore di Sanità e del ministero della Salute sulla situazione dell'epidemia nelle regioni italiane, che sarà poi oggetto di una riunione della Cabina di Regia Benessere Italia. Per quella stessa sera, o al più tardi il 9 gennaio, dovrebbe essere pubblicata l'ordinanza del ministero della Salute che porterà le regioni che non rientrano più nei nuovi parametri della zona gialla in arancione o (con meno probabilità) in rosso a partire dall'11. Quali sono le regioni candidate a cambiare colore?

Il Fatto Quotidiano conferma oggi che le prime tre regioni a rischio sono Veneto, Liguria e Calabria, dove l'Rt era già di poco sopra 1 nell’ultima rilevazione, ma anche Lombardia, Basilicata e Puglia potrebbero trovarsi in arancione se i numeri peggioreranno questa settimana, mentre Emilia-Romagna e Marche sono al limite. L'indice Rt si trovava a 0,93 nella settimana dal 21 al 27 dicembre, ma secondo i calcoli del fisico dell'università di Trento Roberto Battiston attualmente è arrivato a 0,99, ovvero a un pelo dalla soglia di 1 che fa scattare la zona arancione secondo il nuovo decreto legge. 

CONTINUA A LEGGERE SU TODAY.IT

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento