rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

Youngship Italia, alla guida dell’associazione ci sarà ancora Andrea Morandi

Per il prossimo biennio l’imprenditore anconetana occuperà il posto di comando. Eletto anche il nuovo consiglio direttivo che lo affiancherà in questo cammino fino al 2022

Si è tenuta questa mattina in videoconferenza l’Assemblea elettiva di YoungShip Italia che ha rinnovato i componenti del Consiglio Direttivo per il biennio 2021-22. Il Consiglio Direttivo ha poi eletto il Presidente e i tre Vice Presidenti del Sud, Centro e Nord Italia. Andrea Morandi, Presidente uscente è stato riconfermato fino al 2022 al timone dell’associazione, creata nel 2013 dai Gruppi Giovani di Confitarma e Federagenti, che riunisce giovani tra i 20 ed i 40 anni che operano per ragioni di lavoro o di studio nell’ambito dell’economia e dell’industria marittima. Andrea Morandi sarà coadiuvato dai tre Vicepresidenti: Alberto Portolano (Nord), Pietro Di Sarno (Centro) e Stefania Catanzaro (Sud). Esther Marchetti è stata nominata Segretario Generale.

Il nuovo Consiglio Direttivo è così composto: Emanuele Caretti, Stefania Catanzaro, Nadir Del Piccolo, Vito Di Bari, Pietro Di Sarno, Pasquale Leone, Marco Massacesi, Andrea Morandi, Ludovica Piscitelli, Alberto Portolano, Emanuele Tedesco e Mauro Zizzi. I Probiviri per il prossimo biennio sono: Antonio Bufalari, Andrea Fertonani, Luigi Maurino e Federico Sommella. L'Assemblea ha visto la partecipazione anche dell'Ammiraglio Ispettore Capo Comandante Generale della Guardia Costiera Giovanni Pettorino, del presidente del Propeller Club Umberto Masucci, di Birgit Liodden fondatrice di YoungShip International e di esponenti dei gruppi giovani di Confitarma e Federagenti che hanno portato i loro saluti.

«La Blue Economy qui oggi rappresentata egregiamente da queste nuove generazioni – ha dichiarato l’Ammiraglio Pettorino – non si è mai fermata anche durante questo difficile periodo di crisi. È grazie a loro se, nonostante le grandi difficoltà, siamo riusciti a soddisfare i nostri bisogni primari legati agli approvvigionamenti quotidiani. Oggi siamo in un momento di ripartenza, simile per alcuni versi, alla condizione che l’Italia ha vissuto nell’immediato dopo guerra. In quel periodo un gruppo di giovani imprenditori del vostro settore è riuscito a ricostruire le condizioni che hanno poi portato al “miracolo economico italiano” degli anni ’50 e 60. Il mio augurio è che voi possiate ispirarvi a queste importanti figure e, grazie al vostro lavoro e aziende, siate in grado di contribuire in maniera determinate alla ripartenza del nostro grande Paese».

«Sono onorato di questa gradita riconferma – ha sottolineato Andrea Morandi – e mi trovo pienamente d'accordo con le parole dell’Ammiraglio Pettorino. Quello che viviamo oggi è un passaggio cruciale per tutti noi che operiamo in questo settore e, non è un caso che la nostra Assemblea si svolga durante Oceans Day, la Giornata Mondiale degli Oceani, istituita dal 1992 e ufficialmente riconosciuta dall'Onu dal 2008. Le sfide che ci troveremo ad affrontare in futuro non sono, infatti, solo di carattere squisitamente economico, ma anche ambientale. È oggi impensabile fare impresa senza riflettere in maniera ragionata sui grandi temi legati alla sostenibilità, una sfida nella sfida che abbiamo già deciso di affrontare con il massimo dell’impegno».

«I giovani sono la forza propulsiva di questa rinascita – ha sottolineato Umberto Masucci – sono loro che nei fatti potranno generare le condizioni per la ripartenza di tutto il sistema legato a shipping e portualità. Un ricambio generazionale necessario tanto nelle imprese pubbliche che nelle pubbliche amministrazioni».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Youngship Italia, alla guida dell’associazione ci sarà ancora Andrea Morandi

AnconaToday è in caricamento