rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Attualità Torrette / Via Esino

Al Volterra-Elia laboratori dedicati a Daniele Pongetti, la mamma: «Il suo spirito sempre in queste aule»

Il 16enne che aveva perso la vita nella strage di Corinaldo era uno studente dell'IIS Volterra-Elia. Il ricordo del giovane da parte della famiglia, degli insegnanti e dei tanti compagni di classe presenti all'inaugurazione

Il ricordo di Daniele Pongetti, una delle vittime della strage di Corinaldo, è ancora fortissimo all'istituto superiore Volterra-Elia. A lui sono stati dedicati i laboratori ristrutturati e rinnovati del plesso di via Esino, interessati negli ultimi anni scolastici dai lavori di adeguamento sismico. Oggi pomeriggio si è tenuta la cerimonia d'inaugurazione alla presenza dei dirigenti e delle autorità. Seduti in prima fila la mamma, il papà e la sorella (nella foto) dello studente scomparso a soli 16 anni quel maledettoIMG-2766-2 8 dicembre di tre anni fa. «Quando siamo stati invitati - dice mamma Donatella Magagnini - ho colto subito l'occasione per esserci perché mio figlio amava questa scuola, soprattutto gli piaceva frequentare i laboratori. Così esprimeva la sua curiosità e il suo modo di essere. Sicuramente lo spirito di Daniele rimarrà sempre in mezzo ai suoi compagni e in questi spazi dove i giovani possono esprimere la loro creatività e fantasia. Oggi peraltro è anche un giorno particolare. Questa mattina in tribunale si è tenuta una nuova udienza sui fatti di Corinaldo». Presenti anche i compagni di classe di Daniele. Paolo Freddi è uno di loro. Lo ricorda con le lacrime agli occhi: «Mi ricordo quando stavamo qui (nei laboratori) e ridevamo, ridevamo tanto. Facevamo dei video ogni tanto, era divertente stare con lui». 

Il "polo Stream" così denominato, include anche una parte dedicata all'arte. «Non solo scienze e tecnologie - spiega Maria Rita Fiordelmondo, dirigente scolastica IIS Volterra-Elia - perchè i nostri studenti si prodigano anche in questo genere di attività». Prima di tagliare il nastro e svelare la targa si è ricordata l'importanza del diritto supremo alla sicurezza, ai luoghi di lavoro e di divertimento. E anche per questo si sono voluti intitolare i nuovi laboratori a Daniele Pongetti «perché non deve mai essere una cosa data per scontata la sicurezza». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Volterra-Elia laboratori dedicati a Daniele Pongetti, la mamma: «Il suo spirito sempre in queste aule»

AnconaToday è in caricamento