menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Presidente Chiara Sciascia e il direttore Clementi

Presidente Chiara Sciascia e il direttore Clementi

Viva Servizi: pronto il bilancio di sostenibilità 2019

L'azienda è gestore unico del servizio idrico integrato su un territorio di 43 Comuni delle province di Ancona e Macerata

 «La vocazione alla sostenibilità per un’azienda che svolge un servizio pubblico deve essere parte integrante del suo agire e, dai risultati raccolti, in Viva Servizi, tutto ciò è realtà». Il presidente Chiara Sciascia presenta il bilancio di sostenibilità 2019 dell’azienda gestore unico di ambito del servizio idrico integrato su un territorio di 43 Comuni delle province di Ancona e Macerata. Dal bilancio risulta evidente come la sostenibilità sia un processo trasversale nell’organizzazione di Viva Servizi che va ad incidere sulla governance, sulla responsabilità sociale e sull’etica d’impresa. «Lavoriamo – continua il Presidente Chiara Sciascia – per migliorare costantemente la qualità del servizio, andando ad intervenire su tutti gli ambiti possibili». L'azienda si  è dotata di una nuova struttura organizzativa con l’obiettivo di proseguire nell’attività di ascolto e rispondere ai crescenti fabbisogni del territorio, rimarcare la centralità del cliente e dei cittadini serviti, garantire la salvaguardia del patrimonio e della preservazione della continuità aziendale,  «per la quale abbiamo istituito l’Area Internal Auditing e il Risk Management. Siamo particolarmente orgogliosi dei risultati conseguiti sul fronte dell’impegno dell’azienda verso la collettività e continueremo a lavorare con il mondo della scuola perché i cittadini di domani devono conoscere il nostro impegno per garantire loro la disponibilità di acqua ed un ambiente preservato, riflettendo nel contempo sul contributo personale che possono e devono dare in tale direzione».


Particolare attenzione alle persone: prima dell’emergenza Covid, infatti, l’azienda si era dotata di una app denominata “Salta la Coda”, che consentiva di prenotare l’appuntamento presso uno degli sportelli. «Con la pandemia – precisa il direttore Clementi - abbiamo potenziato ulteriormente, come già iniziato a fare nel 2019, i servizi di call center e sportelli on-line che consentono agli utenti di effettuare tutte le operazioni senza recarsi fisicamente allo sportello ma, allo stesso permettono ai nostri operatori di lavorare in modalità smart working in piena sicurezza per sé e per i clienti stessi». «Viva Servizi - conclude la Presidente Sciascia - punta molto l’attenzione all’ambiente attraverso investimenti costanti per l’ammodernamento delle infrastrutture che hanno ricadute positive sul territorio e producono dati in crescita lenta ma costante, per quanto concerne la ricerca delle perdite».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Venerdì firmo la nuova ordinanza, zona rossa fino al 14 marzo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento