rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità Falconara Marittima

Videosorveglianza, Falconara al top nelle Marche: oltre 50mila euro di finanziamenti

Dal Viminale previsti finanziamenti per circa 54mila euro. Il comune falconarese al secondo posto a livello provinciale

Con un investimento complessivo di 154mila euro, è il più complesso della provincia di Ancona il progetto falconarese per l’implementazione delle ‘telecamere intelligenti’, le Ocr (Optical Character Recognition) capaci di leggere le targhe delle auto e di trasmettere le informazioni in tempo reale alle centrali operative. Nella graduatoria provinciale dei finanziamenti ottenuti dal Ministero dell’Interno, il Comune di Falconara si è posizionato al secondo posto con un contributo di oltre 54mila euro (pari al 35 per cento della spesa complessiva), subito dopo Sirolo che ne ha ottenuti 67.500.

«Il territorio di Falconara, che ospita l’aeroporto regionale e la principale stazione marchigiana per chi è diretto a Roma, è attraversato ogni giorno da migliaia di veicoli – dice il sindaco Stefania Signorini – e per questo il monitoraggio è essenziale. Il nuovo sistema sarà a servizio di tutte le forze di polizia e potrà rappresentare un deterrente per tanti tipi di illecito. Sono molto soddisfatta per questo nuovo finanziamento, che ancora una volta premia la professionalità dei nostri uffici». Il progetto cofinanziato dal Viminale prevede la creazione e l’attivazione di un nuovo sistema di controllo del territorio mediate telecamere di lettura targhe che permetteranno di monitorare totalmente gli accessi ed i transiti nel territorio comunale, da qualsiasi parte provengano, risalire sempre ai veicoli di passaggio per ogni finalità investigativa di repressione dei reati e monitorare i flussi di traffico. Oltre a ciò, diverse telecamere di contesto saranno installate in corrispondenza delle intersezioni che, in base alle statistiche, sono a maggiore rischio di incidente, in modo da sollecitare l’attenzione degli utenti, prevenire gli incidenti stessi e, se necessario, risalire alle responsabilità e sanzionare chi li ha provocati.

Le postazioni saranno connesse da una infrastruttura wireless dedicata per il trasporto dati che fungerà anche da base per future implementazioni connesse all’estensione del sistema di videosorveglianza per la sicurezza urbana, andando a coprire con apparecchi ad altissima risoluzione aree urbane, frazioni e parchi, ad oggi non monitorate. Fondamentale sarà la prevista implementazione della centrale operativa con sistema wireless di nuova generazione per la gestione dei dati raccolti e la loro predisposizione per interfacciarsi direttamente con il centro nazionale di controllo, a disposizione delle forze dell’ordine statali per l’attività di prevenzione e repressione criminale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Videosorveglianza, Falconara al top nelle Marche: oltre 50mila euro di finanziamenti

AnconaToday è in caricamento