rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità Piano / Via Torresi Mario

Via Torresi: «Amministrazione sorda e il degrado aumenta», scende in campo il Garante

Il Garante regionale dei Diritti della Persona, ha inoltrato al Sindaco di Ancona le segnalazioni e la richiesta di incontro del Comitato di via Torresi con l'Amministrazione anconetana in merito a “denuncia sul grave stato di degrado del Quartiere Grazie di Ancona"

«Mentre l’Amministrazione è sorda nei confronti del Comitato di cittadini e commercianti il degrado alle Grazie aumenta: nuove segnalazioni per le preoccupazioni del parco al buio, altri giochi rotti, sporcizia e grossi topi. In partenza l’11° sollecito per essere ricevuti». Lo scrive il comitato spontaneo di cittadini di via Torresi.

«Il Garante regionale dei Diritti della Persona, ha inoltrato al Sindaco di Ancona le segnalazioni e la richiesta di incontro del Comitato di via Torresi con l'Amministrazione anconetana in merito a “denuncia sul grave stato di degrado del Quartiere Grazie di Ancona"- si legge ancora nella nota- ciò ai fini di Leale Collaborazione Istituzionale confidando nelle opportune soluzioni che vorranno essere intraprese dal Comune. Ignorati dal Comune da ben 420 giorni, nonostante una petizione popolare in collaborazione con “Spazio Civico La nostra Ankon” che ha raccolto oltre 1000 sottoscrizioni, la protesta delle  lenzuola, flash-mob e 10 solleciti di incontro, il Comitato di via Torresi ancora attende di essere ricevuto dall’Amministrazione, nello specifico dagli Assessori Sediari, Foresi e Manarini in quali si erano impegnati nel 2020 di interloquire con i rappresentanti del Comitato per affrontare le problematiche del quartiere delle Grazie. Negli ultimi giorni sono giunte dai residenti ulteriori segnalazioni: la mancanza di illuminazione in ampie porzioni dell’area verde tra via Camerano e via delle Grazie che desta preoccupazione nelle ore notturne, l’abbandono al degrado della piazzetta Staffette Partigiane con avvistamento di grossi topi probabilmente anche a causa dell’immondizia a terra e per i cestini divelti e appoggiati nelle aiuole senza che nessuno provveda a fissarle negli appositi ancoraggi a terra. Uno dei giochi nella zona bambini, già segnalato come pericolante mesi fa è ora completamente a terra e con una zolla di terreno alzata. Il tutto nella pagina Facebook del Comitato di via Torresi. Sono situazioni che potevano essere state risolte da tempo con semplici interventi manutentivi, se solo il Comune nell’ottica di dialogare con i cittadini avesse ricevuto il Comitato di via Torresi mesi fa, ora invece giunti a questo stato di degrado servono interventi più complessi e più costosi.  Per invitare l’Amministrazione a terminare l’ostracismo nei confronti del Comitato di via Torresi e concedere l’incontro promesso 14 mesi fa, lunedì sarà inviato l’11° sollecito a Palazzo del Popolo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Torresi: «Amministrazione sorda e il degrado aumenta», scende in campo il Garante

AnconaToday è in caricamento