rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Attualità Centro storico / Via della Loggia

Via della Loggia pedonale, raccolte 200 firme: «Tornare a casa è un problema»

I residenti hanno inviato una lettera al sindaco Mancinelli. Prosegue la raccolta fondi per sospendere la completa riapertura

ANCONA - Raccolte 200 firme da parte dei residenti per chiedere la pedonalizzazione di via della Loggia fino all'installazione dei semafori intelligenti e tutto quanto previsto dalla delibera della Giunta comunale. «La lettera - si legge nella nota inviata dalla presidente dell Ctp1 Patrizia Santoncini - è stata presentata 16 febbraio all’ufficio protocollo del Comune, accompagnata da 216 firme raccolte in circa 2 settimane, più della metà delle quali sono dei residenti di via della Loggia in primis e vie limitrofe, poi di via Giovanni XXIII, piazza del Senato, piazza Stracca, via Rupi Comunali, via Pizzecolli, via Matas, via Bernabei. Diverse le firme dal quartiere S.Pietro e dal quartiere di Capodimonte e infinitamente grazie a coloro che, pur non abitando vicino a noi, sono stati prossimi e solidali nel sostenere l’importanza della fruibilità della parte storica e culturale della città: luoghi identitari per tutti gli anconetani».

Nello scritto si legge: «L'atto della Giunta comunale avente per oggetto "Linee di indirizzo per la migliore regolazione del traffico nella strada di Via Loggia" contiene la decisione della riapertura di Via Loggia a doppio senso di circolazione a partire dal 20 gennaio u.s. nell'attesa dell'installazione di due semafori intelligenti che consentiranno il senso unico alternato solo ai grandi mezzi con contestuale varo del senso unico per tutti gli altri autoveicoli in direzione Duomo. Tali decisioni sono state prese per rendere più fluido il traffico. Tuttavia le criticità restano. Già il venerdì del giorno successivo all' apertura della via e sabato 22 gennaio era ritornata la sosta selvaggia in Largo Dante (sulle corsie di marcia), Via Vanvitelli, Via Giovanni XXIII, Piazza del Senato, Piazza Vicolo della Serpe, e persino in Via Loggia. Oltre ai divieti non rispettati, tornare a casa è di nuovo un problema per chi ci vive».

Pertanto «noi sottoscritti cittadini, residenti, consiglieri del Ctp1, operatori commerciali di Via Loggia chiediamo quanto segue. In via provvisoria la sospensione della completa riapertura di Via Loggia, mantenendo la completa pedonalizzazione, fino all'installazione dei semafori intelligenti e tutto quanto previsto dalla delibera della Giunta comunale. In via definitiva: che si vada decisamente verso la Ztl che preveda anche la possibilità della pedonalizzazione della via seppur in fasce orarie».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via della Loggia pedonale, raccolte 200 firme: «Tornare a casa è un problema»

AnconaToday è in caricamento