Attualità

"Fuori di casa", Unicredit aiuta le Opere Caritative Francescane: contributo per un mezzo attrezzato

Il contributo della banca consentirà di acquistare un mezzo attrezzato per trasporto con carrozzina, per dare la possibilità agli ospiti della struttura di uscire per recarsi ogni giorno in ospedali e in strutture sanitarie

ANCONA - “Fuori di casa” è il progetto di Associazione Opere Caritative Francescane che UniCredit ha deciso di sostenere attraverso i fondi raccolti grazie alle carte di credito etiche di UniCredit, disponibili sia per i privati che per le imprese e che, senza costi aggiuntivi per il cliente, permettono, ad ogni utilizzo, di contribuire a iniziative solidali. Grazie al loro particolare meccanismo, infatti, con il contributo della banca pari al 2 per mille di ogni spesa effettuata, si alimenta il Fondo Carta Etica.

Il contributo della banca consentirà di acquistare un mezzo attrezzato per trasporto con carrozzina, per dare la possibilità agli ospiti della struttura di uscire per recarsi ogni giorno in ospedali e in strutture sanitarie al fine di curarsi e fare esami diagnostici essenziali per la loro salute; come pure per partecipare a gite, stare insieme agli altri e passare momenti piacevoli.

Luca Saracini, direttore dell’Associazione: “L’Associazione Opere Caritative Francescane ODV di Ancona si occupa da oltre venti anni di assistere persone in HIV/AIDS accogliendole presso la casa alloggio Il Focolare o all’interno di appartamenti protetti in provincia di Ancona e Fermo. L’associazione, inoltre, si occupa di prevenzione sulle malattie sessualmente trasmissibili all’interno delle scuole, nei centri aggregativi e presso il Check Point di Ancona dove si effettuano gratuitamente e in maniera anonima test per HIV/HCV e Sifilide. Con il contributo di UniCredit, l’Associazione potrà acquistare un mezzo idoneo al trasporto dei propri ospiti più anziani e con ridotta capacità di deambulazione. Grazie alle cure, infatti, oggi gli ospiti della casa hanno un’aspettativa di vita più lunga e quindi maggiori fragilità conseguenti all’età. Con il nuovo mezzo, i volontari e gli operatori potranno accompagnare gli ospiti in modo più agevole sia alle periodiche visite di controllo che durante le uscite ricreative e culturali organizzate sul territorio.”
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fuori di casa", Unicredit aiuta le Opere Caritative Francescane: contributo per un mezzo attrezzato
AnconaToday è in caricamento