rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità

«Vessazioni verso l'UGL, il Tribunale vaglia le condotte dell'amministrazione comunale»

«L'Ugl, come sindacato, ha registrato nei suoi confronti un accanimento senza precedenti, con una accelerazione nell'ultimo quinquennio»

FALCONARA - Sono 621.487,06 euro le spese legali pagate dal Comune di Falconara nel periodo 2018 -2022. Di questi, 20.000 euro sono state liquidate al legale dell'Ente per la difesa e contro la sanzione impartita dal Garante della Privacy. L'altro è per un ricorso davanti al Giudice del Lavoro. «L'Ugl, come sindacato, ha registrato nei suoi confronti un accanimento senza precedenti, con una accelerazione nell'ultimo quinquennio- si legge in una nota dell'UGL funzioni locali Marche- vessazioni, violazione della legge Sicurezza sul posto di Lavoro (D. Lgs 81/08), attività antisindacale, violazione della Privacy: sono solo alcuni dei fatti contestati all'Amministrazione Falconarese al vaglio del Tribunale di Ancona Sezione Lavoro il cui verdetto arriverà a breve- si legge in una nota- il motivo per cui si è arrivati a questo scontro, è stato determinato dalla condotta che il Sindacato ha assunto nei confronti dell'Amministrazione comunale denunciando le molteplici violazioni di diritti valutate, come nel caso del Garante gravi al  punto di essere stati sanzionanti con un provvedimento di 10.000 euro, non pagato dall’Amministrazione stessa ma impugnato e di cui ha perso anche il ricorso in Appello per poi approdare in Cassazione». 

«Crediamo che il confronto sia l'unico strumento che possa determinare libertà di espressione e nello stesso tempo strumento di democrazia. Purtroppo, non possiamo dire che a Falconara l'Amministrazione comunale uscente abbia rispettato questi due principi, Libertà e Confronto, basti pensare che è stato utilizzato lo strumento dei procedimenti disciplinari perché a Suo dire, un nostro iscritto  svolgeva attività Sindacale durante le ore di lavoro, peccato che invece è stato appurato che era tutto infondato in quanto il nostro Sindacalista non aveva svolto nessuna attività Sindacale anche se poteva farlo. Questo è il clima che abbiamo dovuto respirare per anni, vessazioni e ritorsioni. L'auspicio è che la prossima Giunta nonché nuovo Sindaco, metta al centro della sua agenda politica le "risorse umane" e con esse  le relazioni con i lavoratori  il cui confronto diventi lo strumento attraverso cui mettere in moto una macchina  amministrativa comunale che necessita di una  profonda revisione. Non abbassiamo la testa, per noi legalità e trasparenza saranno sempre il nostro faro per la tutela dei diritti ed il rispetto della dignità dei lavoratori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Vessazioni verso l'UGL, il Tribunale vaglia le condotte dell'amministrazione comunale»

AnconaToday è in caricamento