Sabato, 31 Luglio 2021
Attualità

Sulle tracce di Lombroso, l'anconetana Alessia Tripaldi debutta con il romanzo "Gli scomparsi"

«Questo romanzo - sottolinea l'autrice- nasce da una passione che accomuna tutti i lettori di storie crime: la passione per il “lato ombra” degli esseri umani»

Alessia Tripaldi

ANCONA - Una serie di inquietanti rapimenti di bambini, un cadavere mutilato che emerge dalle sterpaglie, un "indagatore" speciale, discendente di Cesare Lombroso, il padre fondatore della criminologia. Alessia Tripaldi, pugliese di origine e anconetana di adozione, lavora nel settore della cultura da ormai 10 anni con Sineglossa, che fonda nel 2010 ad Ancona. Oggi le sue esperienze come ricercatrice, formatrice e storyteller confluiscono nel romanzo di debutto, ”Gli scomparsi" (ed. Rizzoli), in libreria dal 7 luglio. 

"Questo romanzo - sottolinea l'autrice- nasce da una passione che accomuna tutti i lettori di storie crime: la passione per il “lato ombra” degli esseri umani. Quando ho scoperto la figura di Cesare Lombroso sono rimasta affascinata dalla sua ricerca, ai limiti dell’ossessione, dei pattern criminali, gli elementi ricorrenti che accomunano omicidi distanti nel tempo e nello spazio. Solo che Lombroso, da scienziato di fine Ottocento, cercava questi pattern nella fisionomia dei criminali, nei loro caratteri fisici. Mi sono chiesta quale potesse essere la versione del ventunesimo secolo di Cesare Lombroso e ho trovato la risposta negli archetipi, i modelli di personalità teorizzati da Carl Jung. È mediante gli archetipi che Marco Lombroso profila i criminali e ricostruisce i loro schemi di comportamento, i loro pattern". Il libro verrà presentato alla città di Ancona lunedì 20 luglio alle ore 18.30 all’Hotel Emilia, luogo da sempre legato all’arte, che negli anni ha accolto importanti manifestazioni ed eventi culturali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulle tracce di Lombroso, l'anconetana Alessia Tripaldi debutta con il romanzo "Gli scomparsi"

AnconaToday è in caricamento