Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità

Green Pass, il ministro Speranza nelle Marche: «In tantissimi hanno aderito»

Così il ministro della Salute Roberto Speranza a Pesaro per l'inaugurazione della rinnovata farmacia comunale di Pesaro

«Il green pass è uno strumento per aprire, per non chiudere. È uno strumento per tenere più possibilità di mobilità e di movimento e quindi penso che sia uno strumento che in questa fase ci può accompagnare. Ho visto una grandissima sensibilità da parte dei cittadini del nostro paese: la stragrande maggioranza ha capito fino in fondo la portata di questa sfida». Così il ministro della Salute Roberto Speranza, ieri a Pesaro per l'inaugurazione della rinnovata farmacia comunale di via Giolitti. Insieme a lui anche il sindaco Matteo Ricci e il presidente Aspes Luca Pieri mentre all'esterno un gruppo di manifestanti contestava il ministro chiedendo di investire sulle cure domiciliari.

«Abbiamo una percentuale straordinaria di adesione, dobbiamo insistere sulla campagna di vaccinazione- conclude Speranza- il green pass è stato scaricato ormai dalla stragrande maggioranza delle persone del nostro paese e con questi strumenti nuovi possiamo guardare con maggiore fiducia al futuro». Il ministro Speranza ha poi parlato anche del ruolo delle farmacie nel sistema sanitario. «Le farmacie sono un pezzo essenziale del nostro servizio sanitario nazionale e in questa esperienza del Covid ci sono state- sottolinea Speranza- Sono convinto che anche dalle farmacie e dallo loro funzione passi un pezzo della definizione del prossimo servizio sanitario nazionale. Dobbiamo sfruttare di più questa potenzialità: le farmacie in Italia sono 19 mila. Dobbiamo sempre più immaginare le farmacie come presidio e come punto di contatto tra il cittadino e il servizio sanitario. Questa è l'idea della farmacia dei servizi, una farmacia dove non si somministra, non si vende solo il farmaco, ma in cui si fa molto di più».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green Pass, il ministro Speranza nelle Marche: «In tantissimi hanno aderito»

AnconaToday è in caricamento