rotate-mobile
Attualità

Serrata dei pescherecci: «Stop di una settimana, ma forse oltre»

L'amara considerazione di Apollinare Lazzari, a capo della cooperativa dell'associazione produttori pesca di Ancona

ANCONA - «Abbiamo deciso di fare una serrata dei pescherecci di una settimana, poi vediamo che cosa succede ma dubito che saremo in grado di tornare a lavorare, ci proveremo per uno o due giorni ma poi ti fermi per forza quando vedi che sei in rosso».

E' l'amara considerazione di Apollinare Lazzari, a capo della cooperativa dell'associazione produttori pesca di Ancona, promotore dello sciopero dei pescherecci indetto a livello nazionale a partire da oggi, interpellato dall'Adnkronos sulle motivazioni della protesta. Intanto, entro giovedì di questa settimana si dovrebbe tenere al Mipaaf un incontro con il governo e i rappresentanti degli armatori delle varie organizzazioni come Confcooperative, Lega Cooperative, Coldiretti. «Agiremo di conseguenza in base alle risposte che ci daranno», sostiene Lazzari sulla scorta della decisione di fermarsi, intanto per una settimana, che è stata presa sabato scorso dove si è svolta un'assemblea a Civitanova Marche e alla quale hanno partecipato quasi tutte le marinerie italiane, dalla Puglia alla Calabria, dal Lazio alla Campania.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serrata dei pescherecci: «Stop di una settimana, ma forse oltre»

AnconaToday è in caricamento