Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità Passetto

Scalinata del Passetto, slitta la fine dei lavori

Dal sopralluogo effettuato in cantiere un mese fa dal sindaco Silvetti, la conclusione era stimata a fine settembre, ieri invece sull’albo pretorio è stato pubblicata la determina che concede alla ditta che si è aggiudicata l’appalto una proroga di 60 giorni

ANCONA- Slitta al 14 ottobre la fine dei lavori di restyling della scalinata del Passetto. Un ritardo dovuto alle alte temperature e alla consegna del materiale lapideo. La rampa interessata è quella lato destro scendendo verso la spiaggia, transennata da marzo. Un primo stralcio da mezzo milione di euro, a cui seguirà la sistemazione della scalinata lato sinistro e il grande muro centrale sotto la meravigliosa terrazza sul mare per un importo complessivo di 1,8 milioni di euro. Dal sopralluogo effettuato in cantiere un mese fa dal sindaco Silvetti, la conclusione dei lavori era stimata a fine settembre, ieri invece sull’albo pretorio è stato pubblicata la determina che concede alla ditta che si è aggiudicata l’appalto, la De Biase Costruzioni di Potenza, una proroga di 60 giorni consecutivi, dal 15 agosto 2023, per l’ultimazione dei lavori relativi all’intervento del primo stralcio. «La fine dei lavori slitta perché le scorse settimane le alte temperature hanno superato i limiti di tollerabilità per gli operai in cantiere» spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Stefano Tombolini. Nel documento istruttorio si legge infatti che «le temperature eccezionalmente torride che hanno interessato la seconda metà di giugno nonché tutto il mese di luglio hanno costretto l’impresa a ridurre l’orario di lavoro, sia al fine di tutelare la salute dei lavoratori, sia per impedire che il confezionamento delle malte a temperature così elevate inficiasse sull’esecuzione dei lavori a perfetta regola d’arte». Inoltre, altro motivo che ha portato a concedere alla ditta una proroga di 60 giorni per ultimare l’intervento, è stato «il ritardo nella consegna del materiale lapideo a causa del periodo congiunturale e tendenziale in termini di disponibilità, avvenuta solo a partire dalla prima metà di luglio e la ritardata consegna della seconda tranche di materiale prevista non prima dell’inizio di settembre».

«I lavori proseguono a pieno ritmo» rassicura Tombolini. I lavori di riqualificazione consistono nel restauro e riqualificazione di murature e pavimentazioni della scalinata monumentale, con pulitura, consolidamento e protezione; la predisposizione del nuovo impianto elettrico di illuminazione pubblica; la manutenzione straordinaria; la messa in sicurezza e il consolidamento statico. Il lavoro più impegnativo nel ripulire e riqualificare mettendo in sicurezza tutto il percorso- tra gradoni della scalinata, parapetto centrale, selciato e muretti a gradoni- è quello di rimuovere molte delle pietre originarie sostituendole con pietre bianche simili a quelle d'Istria provenienti dalla cave delle Cesane. Per la copertura del primo stralcio, 500 mila euro, la precedente amministrazione ha contratto un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti. La riqualificazione complessiva della scalinata del Passetto è inserita nel Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2023-2025 e prevede uno stanziamento di 900mila euro nel 2023 e di 400mila euro da finanziare mediante entrate proprie (alienazioni patrimoniali). «Quando il cantiere terminerà dovremo trovare altri fondi per completare la riqualificazione della scalinata- afferma l'assessore Tombolini-. Nel prossimo bilancio preventivo metteremo uno dei due interventi, decideremo se intervenire prima sulla rampa lato sinistro (scendendo in spiaggia ndr), scelta più probabile, o sul muro centrale. Verosimilmente, entro settembre 2024 avremo le due scalinate sistemate e con la nuova illuminazione».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scalinata del Passetto, slitta la fine dei lavori
AnconaToday è in caricamento