rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Attualità

Ancona riabbraccia San Ciriaco dopo 2 anni. Tutto su street food, mercatini, iniziative e parcheggi

Presentata l’edizione 2022 della festa del Patrono tra fiera, iniziative e celebrazioni. Ufficializzate anche le civiche benemerenze

ANCONA- Riecco San Ciriaco. Dopo due anni di stop a causa del Covid, Ancona riabbraccia la sua Fiera che - come di consueto - si svolgerà da domenica 1 maggio a mercoledì 4 maggio dalle 9.00 alle 24 con una sola eccezione rappresentata dallo street food di piazza Pertini attivo già dalle 18 di sabato 30 aprile. Tornano le bancarelle al Viale della Vittoria, i mercatini a corso Garibaldi e tante altre attività tutte da scoprire. Le iniziative istituzionali si celebreranno a piazza Cavour che sarà per quattro giorni un punto di passaggio libero da occupazioni commerciali. Non saranno “interessate” logisticamente dalla fiera Largo XXIV Maggio, via Castelfidardo, piazza della Repubblica, corso Stamira, piazza Stamira, piazza Kennedy e via XXIX settembre.

«Godiamoci la nostra festa, la festa di tutti gli anconetani, dopo tanto tempo – ha esordito il sindaco Valeria Mancinelli nella conferenza stampa di presentazione che si è tenuta questa mattina (29 aprile) nella sala Giunta del Comune – Questo è un segnale di ripresa e di incoraggiamento. Invito tutti ad utilizzare i mezzi pubblici per evitare il traffico e vivere, ancora meglio, questi quattro giorni che animeranno il centro storico. Voglio solo citare, nell’ambito dei Ciriachini d’oro e delle civiche benemerenze la figura di Martina Pozzan. Questa ragazza non ha esitato a tuffarsi in acqua e salvare una vita umana. Auspico che venga dato sempre più risalto a tali episodi perché la meglio gioventù esiste ed è tra noi. Non ci sono solo quelli che sfasciano la città, pensiamo a quanti bravi ragazzi può vantare Ancona». Citando qualche numero si parla di 413 espositori (nel 2019, pre-Covid furono 424) suddivisi per zone merceologiche. Venticinque i banchi di gastronomia con le varie specialità da non confondere con il settore specializzato dei sapori tipici – nel tratto compreso tra via Rismondo e via Bianchi – che ospiterà 27 espositori provenienti da tredici regioni d’Italia e dall’estero (Belgio). 24 gli stand promozionali per la Campionaria (via Castelfidardo e Piazza Roma), 39 quelli dedicati agli artigiani (corso Garibaldi, piazza Roma e piazza della Repubblica) e 16 punti di ristoro in Piazza Pertini per il San Ciriaco Street Food che spazieranno dagli hamburger all’asado argentino passando per le grigliate di carne e pesce, le cresce umbre, la birra artigianale e le specialità del nord e del sud Italia.

 Conferenza 1-3«Ritroviamo insieme un periodo di normalità – ha proseguito il vicesindaco Pierpaolo Sediari – Con la Fiera ripartono tutte le attività collaterali, l’apparato si è già messo in moto e arriveremo nel miglior modo possibile all’evento. Ringrazio tutti gli uffici che si sono prodigati e messi in moto, è stata riproposta la suddivisione consueta per offrire alla città questa occasione di incontro e società». Erano presenti anche gli assessori alla Cultura e allo Sport Paolo Marasca e Andrea Guidotti. Grande attenzione è stata rivolta anche all’intrattenimento con tanta musica e tanti protagonisti come l’anconetano Giacomo Gabrielli, alias “La Regina”, il Walt Dust Acoustic, Moonshadow e Clara People. Previste iniziative di solidarietà e due stand promozionale dell’Esercito Italiano e dell’ente Parco del Conero rispettivamente in piazza Roma e piazza Pertini. Nessun concerto vero e proprio, servirebbero appositi spazi, ma proposte variegate per l’accompagnamento dei tanti presenti che si prevedono. La sicurezza sarà curata da una serie di ambulanze nei punti nevralgici con il personale della Croce Gialla, diversi presidi anti-incendio e un personale di steward molto qualificato in possesso di apposito patentino. Oltre naturalmente alle forze dell’ordine impiegate. Tecnicamente la Fiera di San Ciriaco è stata organizzata da Blu Nautilus srl rappresentata, al tavolo, da Remo Vigorelli (direzione progetti Fiera): «La macchina organizzativa si è mossa curando ogni dettaglio. Bello ritrovarsi ma sarà ancor più bello non ammalarsi. Abbiamo tutti una grande responsabilità e per questo non abbiamo tralasciato nulla. Speriamo di goderci questa festa per tutti gli anconetani e per i tanti che verranno da fuori».

La festa di San Ciriaco

Nella giornata del 4 maggio, si celebrerà il Santo Patrono. L’arcivescovo Mons. Angelo Spina terrà messa, alla presenza delle autorità, alle 10 al Duomo. Poco prima (9.45) il primo cittadino Valeria Mancinelli deporrà un mazzo di fiori nella cripta dei Santi Protettori. In piazza Cavour alle 12 è in programma la cerimonia di consegna dei Ciriachini nel cuore della fiera di San Ciriaco, in piazza Cavour, dove saranno allestiti il palco e alcune file di sedute. La cerimonia, in caso di maltempo, si svolgerà all'Auditorium della Mole. Alle 19 la Croce Gialla organizzerà la Tombola di San Ciriaco e, poco prima (18,45), sarà inaugurata anche la nuova ambulanza acquistata grazie alla generosità dei cittadini anconetani.

Trasporto e parcheggi

Nel periodo 1-4 maggio la città di Ancona sarà interessata, oltre che dalla tradizionale fiera di San Ciriaco, anche dalla fase dei play off dell'Ancona. La concomitanza dei due eventi modificherà la disponibilità dei parcheggi che i cittadini sono invitati a usare come scambiatori, da cui raggiungere il centro città servendosi delle navette predisposte dalla Conerobus. Nella giornata del 1 maggio, in cui sarà disputato il play-off, per chi vuole raggiungere la fiera non sarà disponibile il parcheggio dello stadio del Conero. Di conseguenza il capolinea dei bus navetta a supporto della fiera sarà ai parcheggi del Cimitero di Tavernelle, in via S. Giacomo della Marca. Questa navetta è gratuita per il pubblico.  Il transito lungo la Cameranense sarà vietato in concomitanza della partita. Nella stessa giornata sarà inoltre aperto il parcheggio degli Archi, servito anch'esso da una navetta diretta alla fiera.

 Conferenza 2-6Nei giorni 2 e 3 maggio il capolinea del bus navetta sarà presso il parcheggio dello Stadio del Conero, inoltre il bus transiterà presso i parcheggi di Tavernelle-cimitero, in via S. Giacomo della Marca. Sarà inoltre disponibile, come di consueto, il parcheggio degli Archi, da cui sarà possibile raggiungere il centro e la zona della fiera utilizzando la linea 1/4. Nella giornata del 4 maggio l'organizzazione dei parcheggi e delle navette dipenderà dall'andamento dei play off dell'Ancona. L'Amministrazione comunale aggiornerà tempestivamente i cittadini attraverso tutti i canali di informazione istituzionali. Come in passato, inoltre, sarà disponibile dall’1 al 4 maggio una navetta a pagamento che collegherà il Dorico, dove farà capolinea, a Piazza Cavour, passando da Corso Amendola e ritorno. Il 1 maggio le partenze dal Dorico si succedono dalle ore 7.35 sino alle 20.20, con 52 corse, una ogni 15’. Dal 2 al 4 maggio le corse sono previste dalle ore 7.17 alle ore 20.20, con 103 corse giornaliere, con cadenza 5’/9’.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancona riabbraccia San Ciriaco dopo 2 anni. Tutto su street food, mercatini, iniziative e parcheggi

AnconaToday è in caricamento