Domenica, 25 Luglio 2021
Attualità

Dall’Algeria al Salesi grazie alle Patronesse: batte forte il cuore della solidarietà

Un piccolo di undici mesi è stato operato nella struttura anconetana per un difetto cardiaco grazie all’impegno della storica associazione della presidentessa Milena Fiore. A curare l’operazione il cardiologo Pozzi

Il cuore oltre le distanze, all’insegna della più totale solidarietà. Attraverso il progetto di solidarietà portato avanti dall’Associazione Patronesse del Salesi, denominato “Guariamoli”, un bambino di nazionalità algerina di soli undici mesi affetto da un particolare difetto cardiaco congenito ha potuto contare sull’ospitalità della struttura anconetana per essere sottoposto ad un intervento chirurgico di ben sette ore curato dal cardiologo Marco Pozzi e dal dottor Luigi Arcieri. Il piccolo, attualmente, si trova all’interno della Casa di ospitalità “Galvani” gestita proprio dalle Patronesse e attende i giorni necessari per tornare in tutti i sensi alla vita.

Piene di orgoglio le parole di Milena Fiore, presidentessa delle Patronesse che ha commentato quanto accaduto: «Si è trattato di un’operazione straordinaria. Sono quarant’anni che mi trovo nell’Associazione Patronesse ma questa è sicuramente una delle cose più belle fatte in tutti questi anni. E’ ridare la vita ad un bambino, non esiste qualcosa di più bello. L’operazione “Guariamoli” è stata fondamentale e sarebbe bello potesse crescere sempre di più. Ci sarebbero tanti ringraziamenti da fare, in primis ai dottori Pozzi e Arcieri. Non dimentico anche Estra Prometeo che grazie al suo presidente Marco Gnocchini ci sostiene con costanza ma l’aiuto è arrivato da parte di tantissimi, anche dal presidente del Consiglio regionale Dino Latini. La solidarietà c’è stata a tutti i livelli e questa cosa mi rende orgogliosa».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall’Algeria al Salesi grazie alle Patronesse: batte forte il cuore della solidarietà

AnconaToday è in caricamento