rotate-mobile
Attualità Corinaldo

Rsa, si torna alla normalità dopo l'emergenza Covid: «La salute dei deboli sopra ogni cosa»

Dichiarata residenza Covid-19 dallo scorso gennaio, la struttura corinaldese torna alle origini

Da lunedì 14 marzo la Rsa di Corinaldo riprende la normale attività socio assistenziale e sanitaria, nel pieno rispetto della programmazione originaria. Inoltre, tutte le attività convogliate nella sede distrettuale di Ostra Vetere verranno ripristinate nella sede di Corinaldo (piano terra): cup, front office, anagrafe, centro prelievi, ambulatorio infermieristico, visite cardiologiche e dermatologiche. 

Nel gennaio scorso, la direzione d’Area Vasta 2 dell’Asur Marche, insieme all’Amministrazione comunale, aveva deciso di trasformare l’ Rsa di Corinaldo in struttura Covid. Oggi la notizia della ripresa, da lunedì 14 marzo, delle normali mansioni della struttura che ospita anziani affetti da patologie croniche, pazienti oncologici e anche anziani dimessi dagli ospedali ma che necessitano di un periodo di assistenza per il recupero post-ospedaliero.

Matteo Principi, sindaco di Corinaldo: «Ringraziamo gli operatori sanitari che hanno dimostrato flessibilità e collaborazione, augurando loro buon lavoro. Un ringraziamento va anche alla comunità di Corinaldo che, in questo periodo di cambiamenti, ha compreso la situazione, mettendo da parte l’ego e davanti la salute dei più deboli».   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rsa, si torna alla normalità dopo l'emergenza Covid: «La salute dei deboli sopra ogni cosa»

AnconaToday è in caricamento