rotate-mobile
Attualità

Immobili dello Stato nelle Marche, presentati gli interventi di riqualificazione

Coinvolti 67 immobili pubblici in tutta la regione, per un impegno economico di 360 milioni di euro Ancona, 27 febbraio 202

ANCONA - Si è tenuto, presso la Regione Marche, l’incontro istituzionale tra il Presidente della Regione Francesco Acquaroli, il Sottosegretario all’Economia Onorevole Lucia Albano, il Direttore dell’Agenzia del Demanio Alessandra dal Verme e il Commissario Straordinario per la Riparazione e Ricostruzione post terremoto nel centro Italia Senatore Guido Castelli, nel corso del quale sono stati presentati gli interventi e l’impegno dello Stato per sviluppare e riqualificare il patrimonio immobiliare pubblico nelle Marche. In particolare, l’Agenzia del Demanio ha presentato nel dettaglio gli interventi edilizi previsti nel quinquennio 2023 – 2027: un piano, ancora in fase di sviluppo, che determinerà una spesa di 360 milioni di euro distribuita su 67 immobili sparsi sul territorio regionale. Nel corso dell’incontro, è stato fornito un aggiornamento sulle attività di efficientamento sismico ed energetico in corso di attuazione su tutto il patrimonio statale in uso alle pubbliche amministrazioni nelle marche: 24 immobili per un impegno economico di 21 milioni di euro.

Nell’area del cratere del sisma 2016, le attività in corso, volte alla ricostruzione e riqualificazione dei nuovi presidi strategici delle forze dell’ordine, riguardano 18 immobili per un importo finanziato di circa 60 milioni. Circa la metà dei cantieri aprirà nei prossimi mesi, i restanti saranno avviati nel 2024. Le attività di valorizzazione e rigenerazione urbana di aree e immobili riguardano quasi tutte le principali città marchigiane come Ancona, Pesaro, Senigallia, Fano, Civitanova, Macerata ed Ascoli, e molti borghi storici dell’entroterra, come Camerino e Amandola. Gli importi dei lavori sono stimati in oltre 300 milioni, compresi i fondi assegnati nell’ambito del PNRR. Tutte le attività e i conseguenti interventi edilizi avviati dall’Agenzia del Demanio sono ispirati a principi di sostenibilità energetica, ambientale e sismica, trasformazione digitale, accessibilità e connettività, con la finalità di garantire servizi pubblici efficienti ed efficaci. Nell’ambito di tali attività, è da segnalare l’importante contributo fornito, sia a supporto dell’Agenzia che degli Enti Territoriali, dalla Struttura per la Progettazione dell’Agenzia che nei primi due mesi del 2023 ha già avviato convenzioni per la realizzazione di due asili con i Comuni di Montegranaro e Porto Recanati, finanziandone anche la progettazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immobili dello Stato nelle Marche, presentati gli interventi di riqualificazione

AnconaToday è in caricamento