rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità Fabriano

Mister Fenucci ricorda il presidente Boldrini: «Uomo d’altri tempi, lo porto nel cuore»

L’ex tecnico del Fabriano Cerreto ha omaggiato la memoria del numero uno cerretano morto nei giorni scorsi

La morte all’età di 86 anni di Mario Boldrini, storico presidente onorario del Fabriano Cerreto, ha lasciato profonda tristezza nel mondo del calcio dilettantistico marchigiano. Mister Gianluca Fenucci, oggi all’Osimo Stazione (Promozione), ma in passato protagonista di anni importanti con i cartai lo ha voluto ricordare con parole di grande commozione che offrono uno spaccato sincero e reale del “presidentissimo”:

«Una persona vicina, un uomo d’altri tempi legato in particolare ai colori cerretesi che poi sono diventati fabrianesi dopo la fusione. Lo ricordo vicinissimo alla squadra, sempre presente agli allenamenti e sempre voglioso di dialogare con me, con gli altri tecnici e con i calciatori infondendo carica e tranquillità allo stesso tempo. Era un uomo che faceva bene al calcio e alla comunità, aveva accettato di buon grado la fusione voluta dal patron Giovanni Porcarelli e fino all’ultimo giorno è stato vicino alle sorti della società. Lo porterò sempre nel cuore, gli anni della D e dell’Eccellenza con il Fabriano Cerreto da allenatore sono stati indimenticabili».

La società Fabriano Cerreto, attraverso la propria pagina Facebook, ha voluto salutarlo così: “Addio a Mario Boldrini. Si è spento questa mattina Mario Boldrini, Presidente Onorario del Fabriano Cerreto. Originario di Cerreto D’Esi, Mario è stato un grande appassionato di calcio. Sempre presente, sia nelle partite casalinghe, sia fuori. È sempre stato in prima fila anche al campo di allenamento, che fosse settore giovanile o prima squadra a Mario non importava. Una persona che amava ed era amata dal calcio fabrianese. Condoglianze alla famiglia da parte della società tutta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mister Fenucci ricorda il presidente Boldrini: «Uomo d’altri tempi, lo porto nel cuore»

AnconaToday è in caricamento