Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità Loreto

‘Radical Joking Expressionism’: la mostra a Loreto per guardare nella propria interiorità

Si è conclusa la mostra del collettivo internazionale ‘Radical Joking’. Presenti le opere di 25 artisti da tutto il mondo. Il fondatore Giancarlo Petrini: “Attraverso le nostre opere recuperiamo le esigenze del cuore, che la società vuole mettere a tacere”

LORETO – Si è conclusa con grande successo a Loreto la mostra ‘Radical Joking Expressionism’, movimento artistico internazionale creato dall’artista loretano Giancarlo Petrini e dall’artista belga Trui Bernaert nel 2018 e che comprende numerosi artisti da tutto il mondo. Alla mostra, rimasta aperta al pubblico da mercoledì 5 a giovedì 13 giugno presso la Galleria Oscar Marziali di Loreto, hanno partecipato come curatori ed espositori anche gli artisti Giuditta Petrini e Giuliano Giorgetti.

«Radical Joking Expressionism nasce per esprimere il disagio interiore che la società lascia addosso agli esseri umani con il suo spietato razionalismo», ha dichiarato il fondatore Giancarlo Petrini «mentre lascia da parte le esigenze del Cuore. Si crea così una crisi esistenziale nell’uomo, sempre in bilico tra ciò che è e ciò che dovrebbe essere». Le opere del collettivo, che comprende 25 artisti rappresentati durante la mostra, sono volutamente senza titolo, poiché «esso finisce per fuorviare l’osservatore, che cercherebbe di trovare un significato altro da quello che realmente vuole veicolare l’opera».

L’artista, allora, recupera il contatto con il cuore attraverso l’opera stessa, vista come una vera e propria forma di gioco: «Ci ispiriamo alla saggezza innocente del bambino, che giocando trova la sua dimensione, il suo equilibrio psichico» ha sottolineato ancora Petrini. Tra le opere esposte, figuravano anche quelle della co-fondatrice di Radical Joking Expressionism, l’artista belga Trui Bernaert, e di Giuliano Giorgetti, Giuditta Petrini, Bruno Trepini, Anaid Hagobian, Volkmar Schultz-Rumpold e tanti altri. «C’è stato un ottimo riscontro in termini di affluenza, abbiamo ricevuto commenti positivi dai visitatori che sono venuti da ogni parte d’italia e anche da alcuni estimatori europei» conclude Petrini. «Vogliamo sperare di aver aperto, grazie alle nostre opere, una breccia di consapevolezza nel nostro pubblico, affinché rifletta sulla propria condizione e riprenda a giocare con il bambino dentro di sé».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

‘Radical Joking Expressionism’: la mostra a Loreto per guardare nella propria interiorità
AnconaToday è in caricamento