Il Psr Marche all'edizione 2020 di Fritto Misto

Lo spazio sarà animato nel pieno rispetto delle regole anti Covid; la capienza degli stand è stata ampliata per garantire e facilitare il distanziamento tra i vari utenti

Fritto misto ad Ascoli Piceno

Dal 30 settembre al 4 ottobre, posticipata rispetto alla consueta collocazione primaverile a causa dell’emergenza pandemica, torna Fritto Misto, la manifestazione che si svolge ogni anno lungo le strade del centro di Ascoli Piceno. Il Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 sarà presente con un’area interamente dedicata alla qualità e alla promozione dei prodotti agroalimentari marchigiani. Lo spazio sarà animato nel pieno rispetto delle regole anti Covid; la capienza degli stand è stata ampliata per garantire e facilitare il distanziamento tra i vari utenti.

Ancora una volta biologico, biodiversità, produzioni certificate e di filiera saranno al centro dell’interesse dei visitatori per meglio spiegare il ruolo e l’impegno del PSR Marche a vantaggio del sistema rurale marchigiano come pure dei consumatori. Durante lo svolgimento di Fritto Misto, venerdì 2 ottobre alle ore 11.00, presso la Pinacoteca Civica di Piazza Arringo, sempre a cura del PSR Marche, sarà organizzato un seminario di approfondimento: “PSR Marche 2014/2020: a che punto siamo? Focus qualità e promozione agroalimentare”. Il seminario vuole proporre una riflessione sullo stato di avanzamento del PSR Marche 2014/2020 con un focus sull’impegno del PSR a vantaggio della qualità dei prodotti agroalimentari regionali e della loro promozione. Varie sono le misure che operano direttamente in questo senso, promuovendo, ad esempio, l’adesione ai regimi di qualità agricoli e alimentari, incentivando le produzioni biologiche e sostenendo gli accordi di filiera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Data la struttura delle aziende agricole marchigiane, spesso a carattere familiare, il sistema agricolo regionale non può puntare sulla quantità delle produzioni, ma sulla qualità, la certificazione e la tracciabilità, fattori che sul mercato si trasformano in un reale vantaggio competitivo. La promozione dei prodotti agroalimentari di qualità, sostenuta dall’Unione Europea e dal PSR Marche, sin dall’inizio ha rappresentato uno strumento importante per la crescita delle aziende e del sistema economico regionale. Durante l’evento saranno quindi presentate delle testimonianze esemplificative, dedicate alla filiera del biologico e del latte, per poi lasciare spazio al dibattito e al confronto con il pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Tragico investimento, travolta e uccisa da un'auto sotto gli occhi della nipotina

  • Focolaio dopo una festa, Pietralacroce col fiato sospeso: anche il parroco in quarantena

  • Concorso pilotato per favorire la fidanzata di un medico, primario nei guai

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Bambini positivi, classi intere in quarantena: il virus corre nelle scuole dei piccoli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento