Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità

Maturità 2024, è il giorno della prima prova. Sei ore di tempo per il tema di italiano: le tracce

Gli studenti avranno a disposizione sette tracce selezionate dal ministero, suddivise in tre categorie: analisi di un testo di prosa o poesia, produzione di un testo argomentativo e riflessione critica su argomenti di attualità

Inizia la maturità per migliaia di studenti anconetani delle scuole superiori: si parte con il tema di italiano. Avranno a disposizione sette tracce selezionate dal ministero, suddivise in tre categorie: analisi di un testo di prosa o poesia, produzione di un testo argomentativo e riflessione critica su argomenti di attualità. Come ogni anno, si moltiplicano le ipotesi sugli autori prescelti, con nomi a sorpresa come Claudio Magris nel 2013 e Giorgio Caproni nel 2017, solitamente poco approfonditi nei programmi scolastici. Gli studenti avranno sei ore per completare il loro elaborato, mentre domani alle 8:30 affronteranno la seconda prova. In tutta Italia, 526.317 maturandi sono in attesa: 266.057 nei licei, 172.504 negli istituti tecnici e 87.756 nei professionali. Il 94,4% degli studenti dell'ultimo anno è stato ammesso all'esame di Stato. Le commissioni d'esame sono 14.072, coinvolgendo un totale di 28.038 classi. Lo scorso anno ha segnato il ritorno alla normalità per l’Esame di Stato, e anche per il 2024 si mantiene lo stesso schema: due prove scritte a carattere nazionale, una terza prova per gli indirizzi che la richiedono, un colloquio multidisciplinare, e la presenza di commissari interni ed esterni.

Tutte le tracce in diretta

  • Ore 10.30. "Un privilegio sapere che i maturandi si stanno cimentando su quel testo", commenta Piera Levi Montalcini, nipote di Rita. Fra le tracce proposte c'è infatti un passo dell'autobiografia del premio Nobel per la Medicina conferito nel 1986. Si tratta dell'Elogio dell'imperfezione. "Mia zia era una grande donna, studiosa e ricercatrice fuori dal comune. Dall'elogio dell'imperfezione, in generale, dobbiamo cogliere la grande sfida: migliorare. Togliere imperfezioni per arrivare a un mondo vivibile in cui tecnica e scienza aiutano a togliere o sorreggere l'imperfetto. Ci si arriva per gradi, senza fretta, con lo studio". Perché "l'imperfezione è assolutamente un pregio. E' quella che permette a chi la coglie, di auspicare un miglioramento. L'imperfezione è lo stimolo ad altro. Nella scienza, nella medicina ad esempio, aiuta a migliorare. Per mia zia, l'imperfezione era un vantaggio e non il contrario". Spunti che saranno senz'altro colti da molti maturandi.
  • Ore 10. Tra gli spunti per il tema di attualità uno affronta la questione dell'imperfezione come elemento distintivo e di valore, partendo dal libro della scienziata premio Nobel Rita Levi Montalcini, dal titolo "Elogio dell'imperfezione". A partire dal brano e partendo dalle proprie esperienze, conoscenze e letture, viene chiesto al maturando di riflettere su quale significato possa avere l'elogio dell'imperfezione nel mondo odierno.
  • Ore 9.30. Il brano di Ungaretti scelto dal ministero per la maturità 2024 è "Pellegrinaggio", inserito nella raccolta "Vita di un uomo" e che fa parte della raccolta 'L'allegria'. La poesia trae ispirazione dall'esperienza vissuta da Ungaretti durante la prima guerra mondiale. Allo studente si chiede di presentare sinteticamente il contenuto della poesia, descriverne la struttura metrica, individuare le similitudini, scrivere perché il poeta si riferisce a se stesso come 'uomo di pena', commentare il perché, nella parte conclusiva, l'autore esprime la volontà di sopravvivere attraverso il ricorso a un'immagine attinente al tema della luce; infine, fare una riflessione sulle modalità in cui la letteratura affronta il dramma della guerra e della sofferenza. "Pellegrinaggio" è un capolavoro.
  • Ore 8.45. Ungaretti con 'Pellegrinaggio', che fa parte della raccolta l'Allegria, è la poesia tra le tracce proposte ai maturandi, per l'analisi del testo. C'è anche Pirandello tra gli autori proposti, un passaggio del romanzo 'Quaderni di Serafino Gubbio operatore'. E poi Rita Levi Montalcini con l'Elogio dell'imperfezione. Un brano dello storico Giuseppe Galasso 'Storia d'Europa', invita i maturandi a riflessioni sull'uso dell'atomica dalla guerra fredda a oggi. Tra gli altri spunti 'Riscoprire il silenzio' della giornalista Nicoletta Polla Mattiot. C'è anche un testo di Maurizio Caminito da 'Profili selfie e blog' del 2014, che invita i maturandi a una riflessione sull'importanza e il senso del diario nell'era digitale. C'è anche l'importanza della carta costituzionale in un testo di Maria Agostina Cabiddu, testo in cui 'l'intuizione dei costituenti" è definita "lungimirante". 
  • Ore 8.25. "Le tracce saranno interessanti e abbordabili. Credo che non ci saranno traumi o particolari preoccupazioni al termine di questi elaborati" ha detto il ministro dell'Istruzione Giuseppe Valditara. "I ragazzi devono - ha aggiunto il ministro - prima di scrivere, riflettere, usare la brutta copia per impostare il ragionamento e poi esprimere i propri sentimenti".

​Come fare la prima prova

A cosa serve davvero la prima prova della maturità? Come è strutturata? La prima prova accerta sia la padronanza della lingua italiana (o della diversa lingua nella quale avviene l’insegnamento) sia le capacità espressive, logico-linguistiche e critiche degli studenti. Le modalità sono identiche in tutti gli istituti, rendendola una sorta di rito collettivo di passaggio, e ha una durata massima di sei ore. I candidati possono scegliere tra tipologie e tematiche diverse: il Ministero mette a disposizione per tutti gli indirizzi di studio sette tracce che fanno riferimento agli ambiti artistico, letterario, storico, filosofico, scientifico, tecnologico, economico, sociale. Gli studenti possono scegliere, tra le sette tracce, quella che pensano sia più adatta alla loro preparazione e ai loro interessi. La prova può essere strutturata in più parti. Ciò consente di verificare competenze diverse, in particolare la comprensione degli aspetti linguistici, espressivi e logico-argomentativi, oltre che la riflessione critica da parte del candidato. La prima prova vale 20 punti, così come la seconda. 40 punti derivano dal credito scolastico, gli ultimi 20 sono quelli del colloquio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maturità 2024, è il giorno della prima prova. Sei ore di tempo per il tema di italiano: le tracce
AnconaToday è in caricamento