Il premio NetoIP a due tesi che testimoniano l’attualità del pensiero epicureo

L’amicizia, la politica, e la capacità di riassumere e rendere più accessibili le teorie filosofiche per tutti sono i temi trattati dai lavori di Tiziana di Fabio e di Vincenzo Damiani vincitori ex aequo del primo Premio NetoIP

Due vincitori ex aequo per il premio NetoIP dedicato alle migliori tesi di laurea o di dottorato su Epicuro. La giuria, presieduta dal professor Roberto Radice, ha voluto premiare i lavori di Tiziana di Fabio e di Vincenzo Damiani. La consegna del premio è prevista nell’ambito della manifestazione “Liberi come Epicuro, secondo festival epicureo” organizzato dal quotidiano online VivereSenigallia, partner ANSO - Associazione Nazionale Stampa Oline, dal 23 al 25 luglio a Senigallia. Tiziana di Fabio con la sua tesi “Giustizia e philia: Politica e filosofia nell’Epicureismo greco” ha dimostrato come il celebre detto epicureo “Vivi nascosto” non sia mai stato un divieto assoluto a dedicarsi alla politica, ripercorrendo le orme di molti filosofi della tradizione epicurea che hanno avuto voce, anche significativa, nella gestione delle poleis greche. Vincenzo Damiani ha analizzato il genere letterario, quello del compendio o epitome, che per Epicuro è stato importantissimo. Un’esigenza nata quando Epicuro si rese conto del fatto che la filosofia dovesse essere resa comprensibile e facilmente memorizzabile per tutte le categorie di persone che volevano ottenere concretamente la felicità, vicini e lontani dal Giardino di Atene.

«Abbiamo scelto due tesi – spiega il professor Radice - ma tutte erano ad un livello molto alto di competenza, tenendo conto di tutti i paramenti, tecnici e comunicativi». Le due tesi saranno premiate da Giacomo Di Napoli, ceo di NetoIP, durante l’evento “Liberi come Epicuro, secondo festival epicureo” organizzato dal quotidiano online VivereSenigallia dal 23 al 25 luglio a Senigallia (AN). Di Napoli consegnerà ai vincitori, oltre al premio di 1.500 euro che verrà diviso in due, una sim telefonica NetoIP. «Mi piace pensare e credere che il nostro lavoro – spiega Di Napoli – sia quello di rendere possibile quanto è stato descritto nelle tesi vincitrici. Cosa sarebbe la philia, l’amicizia descritta nella tesi di Tiziana di Fabio senza una bella chiacchierata a distanza. E tutti sappiamo quanto è importante internet per insegnare a distanza. Non vedo l’ora di incontrare i vincitori a Senigallia durante il Festival Epicureo».

«È molto bello quando una testa giornalistica locale come Vivere Senigallia si mette al servizio della città ed organizza un festival – spiega Marco Giovannelli, presidente di ANSO, Associazione Nazionale Stampa Online partner dell’iniziativa – la capacità di far incontrare il mondo della cultura, le imprese e la comunicazione è quello di cui abbiamo bisogno per ripartire». «L’insegnamento di Epicuro è valido ed attuale anche oggi – dice Michele Pinto, presidente dell’Associazione Culturale il Mondo di Epicuro e direttore di Vivere Senigallia – per questo siamo così grati a chi, srotolando antichi papiri o svolgendo ricerche accademiche, riesce a restituirci il pensiero di Epicuro sempre più autentico. Il nostro Festival è la continuazione del loro lavoro, ci divertiamo ad attualizzare e rendere più fruibile un antico tesoro di sapienza e felicità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento