Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità

Emilio d’Alessio, un ricordo che non scompare: istituito un premio di laurea in suo onore

Presentata questa mattina l’iniziativa delle Agende 21 Locali italiane che istituirà un premio di laurea alla memoria dell’architetto che è stato anche assessore del Comune di Ancona. Alla conferenza ha partecipato, tra gli altri, anche il Sindaco Valeria Mancinelli

Ancona ricorderà ancora il grande architetto Emilio d’Alessio, scomparso un anno fa ma ancora nel cuore di tutti per quanto fatto in vista. L’associazione Agende 21 Locali Italiane promuoverà un premio di laurea a lui dedicato fondato sui temi della sostenibilità e lo farà grazie al patrocinio dell’Ente Parco Regionale del Conero, del Comune di Ancona, dell’Ordine degli Architetti di Ancona e con il supporto di Eurocube e Cogesis. La presentazione, condotta dall’amico Marco Cardinaletti, è avvenuta questa mattina, martedì 27 giugno, nella sala Giunta del Comune alla presenza del Sindaco del capoluogo Valeria Mancinelli:

«Abbiamo aderito con grande convinzione ed emozione – ha spiegato la Mancinelli – I fatti narrati sono fatti positivi e ci tengo a ringraziare di tutto quanto i genitori di Emilio. Ricordo un aspetto del suo stile, la capacità di superare i confini, geografici e temporali delle azioni di governo per raccogliere sfide importanti legate al cambiamento climatico, la salvaguardia dell’ambiente, lo sviluppo sostenibile e la qualità della vita. Questo significa governare e agire con onestà e generosità intellettuale e politica». Tra gli incarichi istituzionali ricordiamo anche quello di assessore al Comune di Ancona per più di dieci anni, con deleghe all’urbanistica, all’ambiente, allo sviluppo sostenibile, alla mobilità, alle politiche europee e relazioni internazionali.

Per Agende 21, che riunisce oggi oltre 400 enti locali e Regioni impegnati a promuovere azioni e politiche di sostenibilità, era presente in videoconferenza la presidentessa del Coordinamento Miriam Cominelli: «Omaggiamo una figura pioniera nel portare avanti l’attenzione per una tematica quanto mai centrale per il nostro paese. Concretezza del territorio e attenzione allo scenario internazionale. Questo era Emilio, questa era la sua vocazione e la stima di tutte le persone che hanno lavorato con lui ne è una testimonianza lampante».

Il bando per le candidature sarà aperto fino al 17 settembre 2021 e sarà consultabile sui siti internet dell’Agende 21 Locali italiane (www.a21italy.it anche una mail a disposizione coordinamento.agenda21@gmail.com). I destinatari saranno laureati e laureandi di qualsiasi corso di laurea specialistico a ciclo unitario o magistrale e di dottorato delle università italiane, che abbiano sviluppato tesi di laurea o di dottorato legate a una visione sostenibile e integrata di governo del territorio. Il premio (monetario con 2.000 euro per il primo classificato, 1500 per il secondo e 500 per il terzo) valorizzerà gli elaborati che sapranno indicare nuovi percorsi atti a favorire un’ulteriore evoluzione.

Alla presentazione erano presenti anche una delegazione della famiglia di D’Alessio (toccante il pensiero del figlio Simone) e il vicepresidente dell’ordine degli architetti Tommaso Moreschi che ha portato il saluto di tutti i “colleghi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emilio d’Alessio, un ricordo che non scompare: istituito un premio di laurea in suo onore

AnconaToday è in caricamento