rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Attualità

Polizia locale, più agenti in strada e meno in ufficio. UGL: «Accolta la nostra richiesta»

Una delle richieste dell'UGL era proprio quella di portare fuori dagli uffici gli agenti della Polizia Locale jesina

JESI - «Ringraziamo il Sindaco di Jesi per aver mantenuto, almeno una delle tre  promesse fatte prima e dopo le elezioni, una delle richieste dell'UGL era quella di portare fuori dagli uffici gli agenti della Polizia Locale jesina e sembrerebbe che il Comandante Lupidi, in servizio dal 2018 presso il Comune di Jesi, abbia iniziato la riorganizzazione da noi tanto richiesta». Lo scrive in una nota l'UGL Polizia Locale. 

«A nostro avviso, gli operatori devono stare in strada e non negli uffici, altrimenti  come si può parlare di sicurezza urbana ed essere pronti ad intervenire? Nella precedente gestione dello stesso comandante abbiamo contestato l'organizzazione e l'impiego del personale senza aver mai di fatto cambiato nulla in termini di sburocratizzazione delle pratiche di ufficio ma soprattutto nell'aver indennizzato il personale nello stesso modo, ossia mettere sullo stesso piano chi svolgeva attività rischiosa esterna rispetto  a chi svolgeva attività di ufficio. Oggi, leggiamo sui giornali, l'implementazione di un servizio  denominato "Polizia di Prossimità" , di cui negli altri Comuni delle Marche e d'Italia è da decenni in essere, infatti ci siamo sempre chiesti: come si fa a fare sicurezza se chi la dovrebbe garantire sta in ufficio? Senza dimenticare che noi come sindacato siamo andati oltre nelle richieste, chiedendo  di creare dei distaccamenti rionali in cui gli Agenti possano avere una postazione fissa e i cittadini un punto di riferimento costante , in questo modo è la polizia locale al servizio dei cittadini e non al contrario».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia locale, più agenti in strada e meno in ufficio. UGL: «Accolta la nostra richiesta»

AnconaToday è in caricamento