Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

Ping Pong-mania, il TTX sbarca nel capoluogo: il 4 settembre lo show al Nelson Mandela

Il Ping Pong Tour 2021 fa tappa ad Ancona nel prossimo weekend presentando la nuova formula del TTX che prevede racchette di legno e palline più grandi. Le attività nel centro sportivo della Montagnola saranno svolte in sinergia con Univpm e Cus Ancona

Tornare giovani e rivivere le esperienze di una volta che hanno caratterizzato l’infanzia e l’adolescenza di generazioni e generazioni. Sbarca con queste prerogative ad Ancona il Ping Pong Tour 2021 che sabato 4 settembre dalle 10,00 alle 20,00 farà tappa al centro sportivo della palla ovale “Nelson Mandela” di Via della Montagnola per presentare la nuova modalità di gioco TTX che prevede l’uso di racchette di legno e palline più grandi. La mattinata sarà dedicata ai più piccoli (5 euro il costo di partecipazione), nel pomeriggio dalle 14.30 spazio al “torneo Univpm (5 euro la partecipazione) e dalle 16.30 i senior (7 euro il costo d’iscrizione). Si giocherà attraverso la formula di tre set da due minuti ciascuno, chi totalizza più punti vince. Chi resta al tavolo, senza perdere, sarà il campione. Proprio come una volta. A collaborare con il Comitato regionale FiteT (Federazione Italiana Tennistavolo) saranno l’Università Politecnica delle Marche e il Cus Ancona. Il Green Pass non sarà richiesto.

«Siamo orgogliosi di presentare questa tappa anconetana che sarà partecipata da giovani e meno giovani – ha esordito l’assessore allo sport del Comune di Ancona Andrea Guidotti – Il ping pong ci ha accompagnato nella nostra adolescenza e la giornata rappresenta un qualcosa di molto importante che mancava da tempo. Abbiamo scelto una location prestigiosa come il Mandela in modo da sfruttare l’aria aperta. Torneremo alle origini, sarà bello essere lì. Grazie al presidente Marco Berzano del FiteT Marche per aver permesso tutto ciò». Sulla stessa linea d’onda il numero uno del Coni Marche Fabio Luna: «Questa manifestazione ci fa tornare alla normalità dopo un periodo di tristezza e depressione. E’ importante ripartire, importante farlo dal territorio per un mondo sportivo che sta incontrando molte difficoltà».

Orgoglioso il presidente del Comitato Ping Pong Marco Berzano che ha ripercorso le tappe principali che hanno portato a questa iniziativa: «Sono stato eletto in un momento di grande difficoltà e ripartire con quest’attività agonistica regionale e nazionale non è stato privo di difficoltà. Creiamo un qualcosa di ludico, agonistico che possa rimanere e possa consentire ai più giovani di avvicinarsi alla disciplina. La modalità è innovativa, la racchetta di legno è un’esperienza da provare. Si giocherà senza mascherina proprio perché nel nostro sport il distanziamento è naturale». Al fianco della macchina organizzativa, come detto, il Cus Ancona rappresentato dal presidente David Francescangeli: «Lo sport è centrale, farebbe bene anche il Governo a capirlo visto che negli anni non sempre è stato così. Vorremmo creare un circolo permanente per il Tennistavolo e la palestra delle Domenico Savio potrebbe essere la sede giusta».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ping Pong-mania, il TTX sbarca nel capoluogo: il 4 settembre lo show al Nelson Mandela

AnconaToday è in caricamento