rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Attualità

Riapre la parte alta della piazza, mattoni rossi per ricordare porta Cavour

Riaperta la parte alta della piazza. Con una serie di inserti di colore diverso dal bianco predominante della pietra d’Istria si è mantenuta la memoria dell’antica porta Cavour

ANCONA - Ultimati nei tempi previsti i lavori del piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche (Peba) nella parte alta di piazza Cavour. Questa mattina il tratto interessato (tra la parte finale della piazza e piazza XXIV Maggio) è stato riaperto ai pedoni, mantenendo, con una serie di inserti di colore diverso dal bianco predominante della pietra d’Istria, la memoria dell’antica porta Cavour che si trovava nell’area dei lavori. I mattoni inseriti danno traccia, in superficie, dei ritrovamenti effettuati, cioè di parte delle vecchie mura portanti dei due fornici. La porta era infatti composta da due archi. Anche il nuovo percorso per le persone con disabilità visiva è stato realizzato in pietra d’Istria per rispettare i canoni estetici e cromatici della piazza.

30-04-2022 porta cavour--3

«I festeggiamenti per San Ciriaco - ha detto il sindaco Valeria Mancinelli – iniziano così. Il passaggio verso piazza Cavour è riaperto. Stamattina abbiamo chiuso il cantiere e da oggi un maggiore respiro tra la piazza e il viale è godibile da tutti». 

«Sono soddisfatto di questo risultato – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Paolo Manarini – conseguito dai nostri tecnici comunali, con il geometra Diego Cantori che ha seguito giorno per giorno i lavori. Ringrazio anche l’impresa Nasoni per aver portato a termine quest’opera con i suoi operai, che hanno lavorato di continuo per riuscire a fare in tempo a concludere tutta questa operazione entro il 30 aprile, così da consentire lo svolgimento della fiera di Maggio senza interferenze e senza incertezze. Questa è la cosa più importante. Poi continueremo la realizzazione della pavimentazione da questo punto sino all’inizio del Viale della Vittoria». 

Per quanto riguarda i lavori, è stato effettuato, nello specifico, uno sbancamento superficiale che ha consentito di arrivare alla quota di posizionamento di una soletta, adatta non solo al carico pedonale ma anche a quello veicolare. Il nuovo percorso per le persone con disabilità visiva è dotato di Tag RFG per soddisfare le esigenze di mobilità autonoma attraverso una tecnologia con sensori posizionata al di sotto del camminamento. Tramite appositi bastoni guida e un software dedicato, le persone che si servono di questi percorsi ricevono una serie di indicazioni utili per il loro movimento, attraverso l’ascolto di informazioni vocali, rese disponibili grazie a una banca dati che si implementa con l’utilizzo dei percorsi e delle relative tecnologie.

Si legge nella nota: «Nella consapevolezza della presenza dell’antica porta Cavour, era stata attivata sin dall’inizio la sorveglianza archeologica e quando negli scavi è stata incrociata la porta, una volta aperta la pratica ufficiale del ritrovamento degli antichi resti, si sono svolti i lavori di ripulitura e di rilevamento. Dopo aver evidenziato completamente il reperto, si sono avuti gli input dalla Soprintendenza per poter difendere e tutelare il bene e la richiesta di poterne evidenziare la traccia lungo la camminata. I lavori sin qui condotti hanno inoltre previsto la realizzazione dell’attraversamento pedonale che si trova tra la zona della statua e il tratto finale della piazza con cubetti in ceramica da esterni, composti fino a un 30 per cento di materiale da recupero. Si procederà analogamente per gli altri attraversamenti e per le zone pedonali, fino ad arrivare all’innesto con il viale delle Vittoria».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapre la parte alta della piazza, mattoni rossi per ricordare porta Cavour

AnconaToday è in caricamento