rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità

Maggiori costi a causa della guerra Russia-Ucraina, 670mila euro per le imprese della pesca e della acquacoltura

La misura è stata fortemente voluta dall'amministrazione regionale. Gli interessati potranno presentare le domande entro il 10 luglio

ANCONA- Le imprese marchigiane della pesca e dell’acquacoltura, fino al prossimo 10 luglio, potranno presentare domanda per beneficiare delle compensazioni una tantum per i maggiori costi sostenuti a causa della crisi Russa-Ucraina. Le risorse regionali a disposizione ammontano a circa 670 mila euro. «Una misura fortemente voluta dall’amministrazione regionale per un settore strategico e cruciale come quello della pesca che, negli ultimi mesi, ha dovuto affrontare, come altri segmenti del tessuto produttivo marchigiano, ingenti costi dovuti ai rincari energetici e al rialzo dei costi dei materiali – spiega l’assessore alla Pesca e alle Attività Produttive Andrea Maria Antonini – Una significativa leva per dare un po' di respiro a imprese e attività che, da sempre, rappresentano un asse portante dell’economia marchigiana». Le domande dovranno essere presentate esclusivamente tramite procedura informatica, utilizzando le distinte piattaforme per pesca e acquacoltura. Per ulteriori informazioni è possibile visualizzare il bando al link https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Agricoltura-Sviluppo-Rurale-e-Pesca/Bandi-di-finanziamento/id_8293/6833

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maggiori costi a causa della guerra Russia-Ucraina, 670mila euro per le imprese della pesca e della acquacoltura

AnconaToday è in caricamento