rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Attualità

Percorsi per ciechi in via Thaon De Revel: «L'errore c'è, ma non diventi una battaglia politica»

Andrea Cionna, presidente dell'Uici Ancona interviene sulla questione sollevata dal consigliere Vecchietti in consiglio comunale

ANCONA – Andrea Cionna, presidene dell’Uici Ancona (Unione italiani ciechi e ipovedenti), interviene in merito alla polemica scoppiata lunedì in consiglio comunale sui percorsi tattilo-plantali in via Thaon De Revel.

Il consigliere del Movimento cinque stelle Andrea Vecchietti aveva sollevato la questione in un tratto del marciapiede appena rifatto vicino all’hotel Passetto. Qui il Loges (Linea di Orientamento Guida E Sicurezza) finisce dritto contro un muretto. «Non è il massimo della perfezione  - spiega Cionna - è stato fatto un errore, è vero: il percorso doveva terminare in modo lineare e non sul muro, come ho scritto anche al Comune. La logica seguita nel realizzare questi percorsi è quella che quando si possono usare le linee della città, come muri o cordoli delle siepi, si utilizzano. Altrimenti entrano in gioco le piastrelle da seguire con il bastone». Però aggiunge: «Non mi piace che questo argomento venga utilizzato per fare battaglie politiche. Questa cosa mi da fastidio». Aggiunge: «C’è da apprezzare la buona volontà dell'amministrazione nel voler sistemare la città sotto questo punto di vista e sono sicuro che si porrà rimedio quanto prima». Installare questo genere di piastrelle «ha un costo, non è pensabile fare chilometri e chilometri di Loges. Si usano le barriere naturali quando è possibile». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Percorsi per ciechi in via Thaon De Revel: «L'errore c'è, ma non diventi una battaglia politica»

AnconaToday è in caricamento