rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Attualità

La pensilina non è più una pattumiera, Ankon nostra: «Un pezzo di degrado in meno grazie al nostro pressing»

un pezzo di degrado rimosso da viale Giordano Bruno e un servizio in più all’Utenza del TPL

ANCONA - Il pressing dell’Associazione non si ferma, un pezzo di degrado rimosso da viale Giordano Bruno e un servizio in più all’Utenza del TPL. «Il problema abbandono delle Grazie è stato portato dal Questore: da due anni il quartiere sperava nelle manutenzioni del Comune ma è sempre peggio- scrive l'associazione Ankon Nostra- cinque lunghi mesi di lavori a singhiozzo sui sottoservizi ha causato la recinzione attorno alla pensilina di via Giordano Bruno. Lavori terminati dopo inspiegabili lunghe pause a fine ottobre con la posa ed asciugatura del selciato, ma recinti rimossi solo due giorni fa dopo forti pressioni e denunce dell’Associazione Ankon nostra e del Presidente Ballanti. Il recinto si era trasformato in un grande cesto dei rifiuti. Colpa anche dell’Amministrazione che nel lungo e affollato camminamento pedonale Stazione-Piazza Ugo Bassi ha solo due piccoli cestini porta rifiuti. Anche l’aumento dei cesti dei rifiuti è stato chiesto al Comune in agosto scorso, ma come al solito le richieste di Ankon nostra restano senza risposta. Ora gli utenti possono finalmente salire nei bus senza dover fare lo slalom tra le auto parcheggiate sulle strisce blu».
 
«Continua invece la collaborazione di Conerobus dopo l’incontro tra il presidente dell'associazione Ballanti e quello di Conerobus Papaveri alcuni mesi fa; la richiesta di rivolgere all’esterno agli utenti in attesa i display con i passaggi dei bus in tempo reale, finora confinati in una zona della sala d’attesa non consultabili la sera e nei festivi, è stata accolta. Lo ha comunicato direttamente il Presidente Papaveri a Ballanti nella giornata di ieri, alla quale è seguita una cordiale telefonata- continua la nota- Ankon nostra prosegue nel suo modus operandi chiedendo ed offrendo piena collaborazione al fine di risolvere problematiche e lo fa con chiunque, senza preclusioni verso nessuna parte. Carente, e spiace sottolinearlo visto che ora è una candidata sindaco, da anni l’interlocuzione con l’attuale Assessore al Trasporto pubblico: le numerose richieste e proposte sono state sempre tutte rimaste senza risposta. Eppure Ballanti nel 2012 ha presentato pubblicamente e consegnato a mano ai segretari di maggioranza della Giunta Gramillano della quale faceva parte la riforma del Trasporto Pubblico cittadino denominato “Il Sistema a cerchi” che si fondava su due circolari filoviarie e tra sistemi scambiatori». 

«Per ciò che riguarda la mancanza di interventi di riqualificazione del quartiere delle Grazie da parte dell’Amministrazione Ankon nostra con una rappresentanza del Comitato di Via Torresi si è recata dal Questore per esporre le problematiche evidenziando i mancati permessi del Comune a coprire le parolacce a sfondo sessuale, razzista proprio nell’area bambini e a rimuovere tutti gli imbrattamenti, a posizionare ulteriori telecamere di sicurezza e illuminazione ove tuttora mancanti. D’accordo gli operatori commerciali e le associazioni della piazzetta presenti in piazzetta. Stessa cosa anche per l’area verde sopra largo Staffette Partigiane e quella di via Camerano-Via delle Grazie: più luce, più servizi, più pulizia». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pensilina non è più una pattumiera, Ankon nostra: «Un pezzo di degrado in meno grazie al nostro pressing»

AnconaToday è in caricamento