Martedì, 19 Ottobre 2021
Attualità Morro d'Alba

Giornate Europee del Patrimonio, a Morro d’Alba ritorna l’atteso appuntamento

Dopo un anno di assenza forzata a causa della pandemia, il 25 e il 26 settembre, tornano le Giornate Europee del Patrimonio e Morro d’Alba, uno dei borghi più belli d’Italia, non poteva mancare a questo appuntamento.

Le Giornate Europee del Patrimonio rappresentano la manifestazione culturale più seguita d’Europa, con oltre 70 000 eventi organizzati dai 50 paesi firmatari della Convenzione culturale europea, ed ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini al valore del nostro patrimonio comune e alla necessità di preservarlo per le generazioni attuali e future. Il tema scelto per questa edizione dal Consiglio d’Europa e condiviso dai Paesi aderenti alla manifestazione, è “Patrimonio culturale: tutti inclusi”. Lo slogan è un invito a riflettere sull’importanza della partecipazione al patrimonio culturale di tutti i cittadini, rendendo luoghi ed eventi più accessibili, per favorire la partecipazione anche delle persone con disabilità fisiche o sensoriali.

Numerosi sono gli eventi organizzati nel borgo del vino Lacrima per questo weekend, come da programma presente sul sito istituzionale del Ministero dei Beni Culturali. Si rinnova lo spirito di accoglienza del borgo con la visita guidata gratuita al centro storico che condurrà alla scoperta dello straordinario Camminamento di ronda la Scarpa, dei sotterranei-museo Utensilia che custodisce anche la mostra di Mario Giacomelli, della pinacoteca-sala consiliare con la tela del Ridolfi, la chiesa di San Gaudenzio e l’auditorium. Programmata per sabato 25 alle 17.00 e domenica 26 alle 10.30, con prenotazione obbligatoria al 328 5487491 (Assessorato Cultura e Turismo)

La visita al Museo Utensilia, in particolare, farà scoprire ai i visitatori i segreti delle viscere del castello dove, nei suoi sotterranei, è possibile ammirare una raccolta ragionata di strumenti della cultura mezzadrile e godere delle foto del Maestro Mario Giacomelli che amava così tanto Morro d’Alba da immortalarne le immagini del Cantamaggio. Gli ingressi saranno 10.00-12.00/16.00-19.00 sia sabato che domenica, con apertura straordinaria in serale dalle 21.00 alle 23.00, in quest’ultimo caso al costo simbolico di 1 euro. Per più piccoli e non solo è stata organizzata una Caccia al tesoro fotografica per le vie del borgo. Cercando le immagini e riportandole sulla mappa i partecipanti scopriranno i tesori culturali del territorio e riceveranno un piccolo gadget. Partenza dal Museo Utensilia negli orari di apertura. Alle 12.00 di sabato 25, presso la sala Consiliare-Pinacoteca è prevista la Premiazione del concorso di mail art “il Borgo tra passato e futuro” con gli artisti Claudio De Simoni, Francesca Leoni, Luca Morici e Romina Ragaglia. Le loro originali opere arricchiranno l’esposizione presso il Museo Utensilia.

Originale attrazione culturale è poi la Mostra diffusa delle installazioni realizzate in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti e Design di Ancona, Poliarte. In piazza Barcaroli si trova un’installazione artistica che rappresenta una rivisitazione dello stemma della Repubblica con elementi che richiamano i simboli del territorio e la sua cultura. Lungo il Camminamento di ronda la Scarpa, per il Green Loop Festival di giugno, è stata allestita un’opera artistica realizzata in materiale da riciclo, che spiega il significato di economia circolare, è la storia di Kubetto. All’interno del palazzo comunale, l’opera Terramarche è un concept design per la realizzazione di un grande Parco Tematico. Presso l’Auditorium sono esposte le tavole del progetto IdeaComune, ideato dal Prof Alessandro Morbidelli, che raffigurano diverse idee progettuali elaborate dagli studenti per ripensare lo spazio reale di un parco cittadino Chico Mendez.

Infine, Domenica 26 alle 17.30, presso piazza Barcaroli, si svolgerà il concerto Note di Settembre, a cura della Banda Cittadina. Nel solco della tradizione, la storica Associazione bandistica, composta anche da numerosi giovani allievi, propone un concerto per festeggiare San Michele Arcangelo, patrono di Morro d’Alba targato GEP2021. In entrambi i giorni dedicati alle Giornate Europee del Patrimonio, i visitatori potranno avere un piccolo assaggio del patrimonio enogastronomico, con una degustazione di vino e prodotti tipici presso il Bar Monica, in piazza Tarsetti, per concludere le visite inebriati dal profumo del vino Lacrima. I luoghi delle esposizioni e dello spettacolo musicale, in linea con il tema di quest’anno, “Patrimonio culturale: TUTTI inclusi!”, saranno accessibili anche dalle persone con disabilità fisiche e sensoriali, poiché la cultura e la bellezza sono beni preziosi che acquistano maggior significato proprio attraverso la condivisione

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornate Europee del Patrimonio, a Morro d’Alba ritorna l’atteso appuntamento

AnconaToday è in caricamento