rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Attualità Sirolo

Via le corde dal Passo del Lupo e polizia più presente. Il sindaco: «Chi lo fa rischia la vita»

In vista delle settimane clou dell'estate il sindaco Moschella annuncia una maggiore presenza della polizia locale a Punta della Croce per informare i bagnanti sul divieto di transito e sulla pericolosità del sentiero

SIROLO- «Il Passo del Lupo è pericolosissimo, è come se fosse un sentiero di montagna sulle Alpi». Il sindaco di Sirolo Filippo Moschella torna a ribadire la pericolosità del percorso panoramico 302 che conduce alla spiaggia delle Due Sorelle. E per scoraggiare eventuali discese e salite da parte di bagnanti che si avventurano, magari anche in infradito, ignari della difficoltà e dei rischi, in vista dell’arrivo delle settimane clou dell’estate saranno intensificati i controlli della polizia locale. Già due settimane fa il primo cittadino si era recato nella spiaggia delle Due Sorelle via mare con gli agenti, appunto per fare dei controlli e togliere le corde messe da alcuni fruitori, sia al termine del sentiero sia nel canalone attiguo, per aiutarsi a scendere e a salire. Controlli che si erano trasformati in una brutta disavventura per il sindaco dato per disperso dopo che aveva risalito il sentiero per impedire a dei ragazzi di scendere in spiaggia dal monte. «Il Passo del Lupo dal Punto della Croce è vietato perché è un vero e proprio percorso di montagna per escursionisti esperti, non è per fare una passeggiata- dichiara il primo cittadino-. Considerato che il viottolo è privo di manutenzione da parecchi anni, è pericolosissimo. Quelle corde posizionate da ignoti incentivano gli inesperti a passare rischiando la vita. Se il sentiero è chiuso è chiuso» dichiara Moschella.

La falesia è soggetta a frane e dal 2005 vige un’ordinanza comunale che vieta il passaggio, i trasgressori rischiano multe da meno di 50 euro. «La nostra vuole essere un’azione informativa più che repressiva. Continueremo ad essere presenti sul posto per spiegare ai bagnanti ignari il pericolo che corrono, perché ogni vita è sacra» afferma il primo cittadino. In tanti vorrebbero che il sentiero del Passo del Lupo fosse riaperto e l’intenzione di farlo c’è. Nel 2021 il Parco del Conero ha espletato uno studio di fattibilità per il quale la Regione Marche ha richiesto al Ministero dell’Ambiente oltre un milione di euro, risorse necessarie per il rifacimento dello stradello e per il disgaggio delle pietre per mettere in sicurezza la parete rocciosa. «Il disaggio delle pietre rappresenta il grosso della spesa» spiega Moschella. Il finanziamento del progetto è nell’elenco delle opere con criticità del Ministero dell’Ambiente, ma i tempi d’attesa non sono quantificabili. La spiaggia delle Due Sorelle è sorvegliata speciale. Oltre ai controlli della polizia locale a Punta della Croce, in spiaggia c’è anche un addetto alla sicurezza per far rispettare il divieto di lasciare le canoe in spiaggia, invitando i bagnanti ad attraccarle al campo boe. Presente anche il bagnino di salvataggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via le corde dal Passo del Lupo e polizia più presente. Il sindaco: «Chi lo fa rischia la vita»

AnconaToday è in caricamento