Attualità Stazione / Via Ragusa

Parco pubblico accanto alla scuola: «Da mesi latrina a cielo aperto e covo di spacciatori»

Le reti di recinzione sono danneggiate da gente che, spiegano i residenti stessi, non si fanno problemi a bivaccare di notte nell’area verde

ANCONA - Parchetto di via Ragusa, una «latrina a cielo aperto» con rifiuti abbandonati da «gente anche malintenzionata». Situazione, dicono i residenti, che si ripete da mesi. La lettera aperta, arrivata in redazione, è stata scritta da un gruppo di cittadini che vivono in zona. Le reti di recinzione sono danneggiate da gente che, spiegano i residenti stessi, non si fanno problemi a bivaccare di notte nell’area verde. «In tarda serata vanno a spacciare o addirittura a drogarsi- spiega Fabio Mecarelli», portavoce dell’associazione anti degrado a cui si è rivolta una delegazione di cittadini della via. 

La lettera

«Sono passati cinque anni e mezzo dall’inaugurazione dei giardini della scuola Podesti, Elia e Regina Margherita tra via Urbino e via Ragusa. Viene restituita un’area verde ai bambini dove giocare e dove verranno installate, ancora non fatto, le attrezzature sportive. Tante promesse non mantenute, anzi, il Parco della Pace e il parchetto Regina Margherita sono diventati luoghi liberi per spaccio e dove si trovano anche siringhe visto che il luogo rimane isolato e privo di controllo. Non viene effettuata nemmeno un’adeguata pulizia, torvando cestini pieni di bottiglie di birra e rifiuti sparsi dappertutto. La situazione sta sempre più peggiorando. Tre anni fa era stata fatta, da alcuni cittadini, la domanda di volontariato per tenere pulito il parco ma il Comune non ha mai dato una risposta a riguardo. Il parco è ridotto a una latrina per cani ma è anche un bagno a cielo aperto per gente malintenzionata che lo frequenta». 

rifiuti parco via ragusa-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco pubblico accanto alla scuola: «Da mesi latrina a cielo aperto e covo di spacciatori»
AnconaToday è in caricamento