rotate-mobile
Attualità

Operazione Paladini del Territorio: raccolti 3.500 kg di rifiuti

Le diverse operazioni di recupero e pulizia sono state organizzate dalle associazioni venatorie ed hanno coinvolto oltre 150 volontari

ANCONA- È terminata la seconda edizione dell’Operazione Paladini del Territorio, l’iniziativa promossa da Fondazione UNA – Uomo, Natura, Ambiente –, nata dalla volontà del mondo venatorio di contribuire in modo attivo alla cura e alla preservazione delle aree verdi e dell’ambiente circostante. Nelle Marche, le diverse operazioni di recupero e pulizia organizzate dalle associazioni venatorie che hanno preso parte all’iniziativa, hanno raggiunto il risultato di più di 3500 kg di rifiuti raccolti, grazie al coinvolgimento di oltre 150 volontari che si sono fatti attivi testimoni dei valori che muovono i Paladini, ovvero rispetto della natura e tutela della biodiversità. Il 29 aprile la sezione comunale Federcaccia di Numana-Sirolo (AN) ha scelto, per le sue operazioni di pulizia, di dedicarsi alla pineta di Marcelli, all’interno del comune di Numana. Lì, i 20 volontari hanno raccolto oltre 1000 kg di rifiuti ingombranti, oltre che diversi sacchi di plastica e vetro. Le sezioni Federcaccia di Morrovalle e Montelupone (MC) sono intervenute all’interno dei propri comuni di appartenenza, coinvolgendo diversi volontari nelle attività di pulizia, concentrate nelle zone verdi di Morrovalle, oltre che nell’area parco giochi e nell’area ciclabile, e nelle zone verdi rurali di Montelupone. Il Gruppo FIDC Giovani Cacciatori Marche, con 25 volontari, ha ripulito gli argini del fiume Conca nel territorio del comune Mercatino Conca e le tre vie principali del comune di Montegrimano Terme (PU), raccogliendo circa 800 kg di rifiuti di vario genere, tra cui anche bombole del gas esaurite, batterie di automobili e materassi. Anche le sezioni comunali Federcaccia di Fano (PU) e di Civitanova Marche (MC) hanno organizzato delle giornate volte alla pulizia e al ripristino delle zone più colpite dall’inquinamento all’interno dei comuni, occupandosi rispettivamente della Selva della parte alta di Civitanova Marche e della foce del fiume Metauro, coinvolgendo oltre 50 volontari nelle operazioni. La sezione comunale Federcaccia di Macerata ha organizzato due diverse giornate all’insegna dell’ecologia, che hanno visto il coinvolgimento di circa 25 persone. Tra il 22 e il 29 aprile, i cacciatori hanno ripulito due fonti, rimuovendo circa 80 quintali di rifiuti e sporcizia, e ripristinato i sentieri limitrofi. A livello nazionale la seconda edizione dell’Operazione Paladini del Territorio ha raddoppiato i risultati raggiunti nel 2022, contribuendo a rimuovere oltre 40 tonnellate di rifiuti dall’ambiente grazie al coinvolgimento di oltre 130 sezioni venatorie, per un totale di oltre 4000 persone impegnate in tutto il territorio italiano nel corso dell’ultima settimana di aprile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Paladini del Territorio: raccolti 3.500 kg di rifiuti

AnconaToday è in caricamento