Attualità

Orti sociali, scoppia il caso: «Bando sbagliato, ma la gente riceve raccomandate di sgombero»

A sollevare il caso è stato il consigliere Gianluca Quacquarini in apertura del consiglio comunale di oggi. Foresi: «Questo ufficio fa le cose correttamente»

Orti sociali, scoppia il caso in consiglio comunale. A sollevarlo, il consigliere Gianluca Quacquarni in apertura lavori: «Il bando per gli orti sociali, come già rilevato, era stato compilato in modo errato perché c'era un requisito non previsto nel regolamento varato nel 2016- ha spiegato Quacquarini- si era deciso quindi di lasciare l’orto a quella decina di persone che risultava esclusa a causa dell’errore e in attesa del nuovo bando. In realtà sono mesi che quelle persone ricevono lettere raccomandate per lo sgombero degli orti. Alcuni hanno abbandonato gli spazi lasciandoli nel degrado, per gli altri credo non sia giusto intimare addirittura l’intervento della polizia municipale. I cittadini non possono pagare se non hanno fatto nulla di illecito».

La richiesta di Quacquarini è stata dunque quella di convocare, nel giro di una settimana, un’apposita commissione per approfondire il caso. Alla richiesta si è unito anche il consigliere di Italia Viva, Massimo Mandarano: «Se si è usata la parola “sgombero” è molto grave». Come da regolamento del consiglio comunale, alla Giunta non è stato consentito rispondere nell’immediato. Le dichiarazioni di apertura lavori, infatti, non prevedono un botta e risposta. «Non ho neppure intenzione di aprire un dibattito, questo ufficio ha fatto le cose correttamente» ha esclamato l’assessore Stefano Foresi. Già nelle prossime ore potrebbe essere convocata la commissione ad-hoc per le verifiche del caso. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orti sociali, scoppia il caso: «Bando sbagliato, ma la gente riceve raccomandate di sgombero»

AnconaToday è in caricamento